Focolaio covid negli uffici di igiene sanitaria della Asl 2 di via Bramante. La preoccupazione dei dipendenti

Sono passati, nel giro di 24 ore, da 2 a 5 i casi di contagio da covid-19 all'interno degli uffici di via Bramante. Grande preoccupazione per i dipendenti che fino a martedì hanno avuto contatti anche con il pubblico.

Da 2 dipendenti positivi del servizio igiene e sanità pubblica di martedì 20 ottobre, si è passagi in meno di 24 a 5 persone contagiate provenienti dallo stesso dipartimento della Asl 2. C'è un'emergenza focolaio nel quartier generale dell'azienda sanitaria in via Bramante. 

Dopo i primi 2 casi, sono stati effettuati immediatamente i tamponi ad altri dipendenti e sono emerse le altre 3 positività. Un piccolo focolaio che aggrava una situazione gestionale già duramente minata dal balzo in avanti della curva epidemiologica in tutta la regione.

Inoltre, c'è da aggiungere che il servizio di igiene e sanità, fino a martedì 20 ottobre, era aperto al pubblico per far fronte a tutte le funzioni preposte dal dipartimento, relative a gran parte delle attività operative della asl (anagrafe canina, servizio vaccinazioni, controllo micologico, sicurezza sul lavoro, igiene alimentare e veterinaria).

La direzione della Asl sta disponendo la completa sanificazione delle aree interessate che prevederà, come probabile, la chiusura temporanea degli uffici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento