San Valentino diventa 'Vale&Tine' e si colora di oro e cioccolato

Un progetto nato dalla creatività di alcuni imprenditori locali con l'obiettivo di trovare fondi da reinvestire sul territorio e per promuovere nel mondo il nome del patrono di Terni e protettore degli Innamorati - INTERVISTA E FOTOGALLERY

Mancano pochi giorni al 14 febbraio, giorno di San Valentino, una data importante per Terni che celebra il suo patrono protettore di tutti gli innamorati del mondo. Giorno importante dal punto di vista religioso per il suo significato, ma anche da quello laico ed economico perché da sempre non si può negare che questo giorno rappresenti per molti motivo di promozione che alla fine si estende, anzi ‘deve’ estendersi a tutto il territorio nazionale e internazionale come volano di sviluppo turistico e quindi economico. Da sempre troppo spesso si tratta di un’opportunità ‘sfruttata’ male, per usare un termine che certamente piace poco ai puristi, ma quando si parla di sviluppo si fa riferimento al bene dell’intera collettività, con ritorni che devono essere nell’ottica di prosperità e investimento di risorse per tutto il territorio ternano. Ben venga tutto, seppure il ‘troppo’ il più delle volte rischia di trasformarsi in situazioni dispersive e confusionarie. Meglio puntare sulla qualità che sulla quantità, recita la ‘frase fatta’ che però tanto sbagliata non è. Ben vengano comunque tutte le idee, eventi e organizzazioni se hanno l’obiettivo creativo di attrarre ‘flussi’, ma sempre nell’ottica del messaggio che questa data offre. San Valentino si festeggia in tutto il mondo e da un po’ di tempo alcuni imprenditori hanno deciso di ‘mettersi insieme’ unendo le proprie forze e capacità per un progetto che punta a unire eccellenze locali e San Valentino, ma anche con un occhio rivolto a un altro grande Santo umbro come San Francesco. Tra i promotori ci sono Tommaso Onofri, titolare del Bugatti, Stefano Amici, titolare di Pazzaglia, Gilberto Chiappalupi, e Paolo Montori orafi. “Abbiamo deciso di creare ‘un progetto’ che dovrà mandare Terni nel mondo – spiega  - un’idea che unisce le parole ‘Vale & Tine’  tradotto in un cioccolatino e un gioiello, marchi di qualità, unici, il tutto all’interno di un contenitore di lusso. Vuole ‘raccontare’ nel mondo quello che è Terni e la sua storia, i suoi protagonisti, la sua gente che lavora e si impegna per promuovere il territorio così ricco di bellezze naturali e artistiche. Ma è solo uno dei progetti perché saranno create altre ‘forme’ che hanno una storia, il tutto per investire di nuovo sul ternano”

.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ottanta ternani in isolamento fiduciario. Via libera per chi non è partito del nucleo familiare

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Ternano nell’area al centro del contagio da Coronavirus: “Paura c’è. La percezione è diversa dalla realtà”

  • Coronavirus, musicista ternano: “Quarantena e precauzioni. Vi spiego le linee guida che ho seguito in Cina"

Torna su
TerniToday è in caricamento