rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Attualità Amelia

Un amerino al vertice dell’Associazione nazionale sommelier: Sandro Camilli è il nuovo presidente

Il lavoro nella ristorazione e poi l’incontro con Ais di cui è stato presidente regionale per dodici anni

Proviene da Amelia, in provincia di Terni, il nuovo presidente nazionale dell’Associazione italiana sommelier: si tratta di Sandro Camilli. Trasforma la sua passione in professione dopo anni di duro lavoro nel campo della ristorazione, dove ha iniziato ad affinare i suoi sensi. Dall’esperienza all’essenza, la sua vita cambia vent’anni fa grazie all’incontro con l’Ais, stella fissa di una costellazione di studi, master e corsi di marketing sul vino che gli hanno indicato la rotta da seguire. Conseguito l’attestato da sommelier, ha contribuito in maniera sempre crescente allo sviluppo di Ais Umbria fino a diventarne presidente regionale, carica che ha rivestito negli ultimi dodici anni.

L’elezione è arrivata in occasione della prima riunione del consiglio nazionale Ais: Camilli resterà in carica per i prossimi quattro anni. Ad affiancarlo nel ruolo di vicepresidente è Marco Aldegheri. Con loro, alla guida dell’Ais, saranno presenti Giuseppe Baldassarre, Nicola Bonera, Nicoletta Gargiulo, Giovanni Luchetti, Angelica Mosetti, Camillo Privitera e Renzo Zorzi.

Marco Aldegheri, eletto alla vicepresidenza, viene da Verona, dove lavora dal 1987 come funzionario tecnico presso la locale Università. È sommelier dal 1994, relatore dal 2002 e conduce regolarmente lezioni nei tre livelli Ais e per altri enti di formazione professionale, oltre a interventi di degustazione e di divulgazione. Tra le esperienze più significative si annoverano la presenza in consiglio nazionale e in giunta esecutiva nazionale dal 2006 al 2010, la vicepresidenza di Ais Veneto dal 2013 al 2014 e il percorso come presidente regionale per gli otto anni successivi.

“Nei prossimi giorni – sono le prime parole di Camilli, riportate in una nota stampa di Ais – renderò noti i nominativi dei componenti della giunta esecutiva nazionale per dare subito avvio alle linee programmatiche che abbiamo definito”.
“Desideriamo puntare al coinvolgimento e all’apertura verso i nostri Soci e tutti coloro che si faranno avanti – ha aggiunto il vicepresidente Aldegheri – per continuare a rendere l’AIS il più grande sodalizio di Sommelier nel mondo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un amerino al vertice dell’Associazione nazionale sommelier: Sandro Camilli è il nuovo presidente

TerniToday è in caricamento