Sanzioni per divieto di sosta a Terni: “Dall’emissione del verbale alle spese di notifica: ecco come funziona”

A seguito del decreto Letta è possibile fruire di uno sconto del 30% qualora venga saldata l’ammenda entro cinque giorni

foto di repertorio

Sono giunte, alla nostra redazione, diverse segnalazioni di lettori che avrebbero ricevuto delle sanzioni per divieto di sosta: “A sorpresa”. Nello specifico sarebbero state notificate direttamente a domicilio. A tal proposito abbiamo provveduto a sottoporre la questione a Terni Reti che ha spiegato come effettivamente si procede: “Gli ausiliari del traffico e della sosta redigono con strumento tecnologico omologato un verbale cartaceo la sanzione nel momento in cui la comminano. 

I verbali redatti con "palmari" permettono agli ausiliari del traffico di scattare una o più foto, che diventano parte integrante del verbale stesso, lo strumento visivo consente sia al sanzionato che al sanzionatore di verificare effettivamente la trasgressione contestata, riducendo ricorsi.    
Emettono un verbale simile ad uno scontrino contenente tutti gli elementi che perfezionano la sanzione, lo scontrino viene applicato su un modulo cartaceo precompilato e numerato, il verbale  viene posto sul lunotto esterno al veicolo.
Non è obbligo il rilascio del verbale cartaceo al momento dell'emissione ma - sottolineano da Terni Reti - il comune, da sempre, ha dato indicazioni perché ciò avvenisse, Il motivo è piuttosto semplice. Se il verbale dovesse arrivare direttamente a casa occorrerebbe computare un sovrapprezzo di 14 euro derivante dalle spese di notifica.

Una volta inflitta la multa è possibile saldarla utilizzando il bollettino allegato al verbale oppure tramite altri sistemi di pagamento indicati nel verbale, se il pagamento avviene entro 5 giorni il contravventore beneficia  di uno sconto del 30% come disposto dal decreto Letta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qualora non venga versato il corrispettivo successivamente arriva nella propria abitazione, mediante posta raccomandata con le spese di notifica. Dal momento del ricevimento del verbale tramite posta se l'importo è pagato entro cinque giorni si beneficia del 30% di riduzione oltre a versare le spese di notifica. Se non si salda, nel periodo di tempo citato, a quel punto scatta la sanzione ad importo pieno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento