Via Bramante, la verità delle analisi: nessuna contaminazione, i lavori possono ripartire

I risultati dei primi esami dell’Arpa: non ci sarebbero rischi dal materiale rinvenuto nei terreni. Il Comune tira un sospiro di sollievo: si ricomincia dai riquadri per le nuove alberature

Manca ancora una data ufficiale per la ripresa dei lavori. Ma il Comune di Terni comincia a tirare un sospiro di sollievo attorno al cantiere di via Bramante. Verso la fine di febbraio, i lavori di ripristino del parcheggio a servizio degli uffici finanziari e della Usl 2 fecero emergere “materiale antropico”: scorie probabilmente utilizzate per livellare negli anni il manto stradale, sulle quali si era necessario effettuare delle analisi.

Il ritrovamento ha comportato la sospensione del cantiere e aperto scenari di rischio non solo per la eventuale natura del materiale ritrovato ma perché un ipotetico intervento di bonifica sull’intera area avrebbe comportato dei costi piuttosto ingenti e forse difficilmente sostenibili dalle casse “contingentate” di Palazzo Spada.

Nella giornata di ieri, giovedì, sulla scrivania dell’assessore comunale all’ambiente, Benedetta Salvati, sono arrivati i risultati dei primi esami effettuati dall’Arpa. E le analisi avrebbero scongiurato rischi impellenti. I terreni, in buona sostanza, non sono contaminati.

Alle prime verifiche ne seguiranno delle altre, ma gli esisti fino ad ora avuti e la valutazione fatta dall’assessore Salvati e dal collega Enrico Melasecche, titolare dei lavori pubblici, lasciano ben sperare su una ripresa piuttosto veloce delle attività di cantiere.

Che, come prima cosa, si concentrerà sulla realizzazione dei riquadri per le nuove alberature e poi sul resto dei lavori relativi al ripristino e alla messa in sicurezza dell’area.

via bramante lavori marzo 2019 (6)-2via bramante lavori marzo 2019 (4)-2via bramante lavori marzo 2019 (2)-2via bramante lavori marzo 2019 (9)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento