La segnalazione e la rettifica: “Volevo scusarmi pubblicamente con tutto il pronto soccorso di Terni”

Un lettore ci aveva segnalato i disagi che erano scaturiti nel corso della giornata di lunedì 17 febbraio. La precisazione dopo quanto raccontato

foto di repertorio

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore, a seguito di quanto accaduto lo scorso lunedì 17 febbraio:

"Mi sono recato al pronto soccorso con mia moglie - gravemente malata - a seguito di una sospetta occlusione. È celebrolesa, è afflitta da sclerosi multipla, Peg e non comunica. Alle 8,15 circa sono entrato e una volta ricevuta la prima assistenza è stata sottoposta ad una lastra". Questo è quanto ci aveva segnalato. Da qui la rettifica: 

Volevo scusarmi pubblicamente con tutto il pronto soccorso. Nello specifico il primario Parisi, la caposala Tiberi, i dottori tutti, gli infermieri, perché sono stati efficienti nell’accettare mia moglie, far fare la diagnostica ed altro. Dove provo rabbia è sul secondo passaggio ossia l’iter dal ricovero fatto al trovare un posto letto. Li si inceppa tutto intasando il pronto soccorso e creando disagi. Ripeto non a causa del pronto soccorso ma chi deve gestire i posti letto e confermo la mia arrabbiatura verso tutto ciò. Confermo i disagi riscontrati risolti successivamente dall’impegno di un dirigente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento