rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

Pericoli a Terni, le segnalazioni nelle aree verdi di via Campo Fregoso e Brenta: “Ecco tutti gli interventi fatti”

L’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati traccia un profilo dei lavori svolti, dopo l’interrogazione sottoposta dai consiglieri Pd Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis

Due aree contigue, destinate ad attività ludiche e momenti di relax. I consiglieri del Partito Democratico Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis, nel corso dell’ultima seduta del question time, hanno sottoposto all’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati un’interrogazione. Focus sui giardini di via Campo Fregoso e viale Brenta, al centro di diverse problematiche emerse, a seguito di interlocuzioni e segnalazioni da parte di cittadini e residenti.

Come ricordato da Tiziana De Angelis, nel corso dell’intervento a Palazzo Spada: “I giardini sono frequentati da bambini, adolescenti e adulti per momenti di svago e socializzazione interpersonale. A margine dei lavori di riqualificazione di queste aree verdi, sono emerse alcune criticità, in particolare per i bambini e le persone con disabilità, derivanti sia dalla progettualità, sia per l’uso di materiali forse poco idonei, oltre che dalla mancanza di attrezzatura ludica, e di barriere fisse per la sicurezza personale in punti critici, interni che perimetrali”. La consigliera ha successivamente evidenziato alcune questioni che sono state oggetto della risposta dell’assessore Salvati.

Partendo dall’area di via Campo Fregoso, per ciò che concerne l’eliminazione della barriera di sicurezza metallica: “La recinzione è stata rimossa per consentire la collocazione della pista ciclabile, onde evitare le interferenze tra il giardino e la stessa pista ciclabile. Inoltre sono stati chiusi gli attraversamenti a raso presenti nella parte centrale”. Altra tematica concernente l’eliminazione della protezione attorno alla vasca della fontana: “Era originariamente molto profonda e dotata di una recinzione in tubolari metallici non a norma. Pertanto è stata modificata la quota con la profondità ridotta a venti centimetri. Tutto ciò consente di evitare di generare potenziali pericoli” ha sottolineato Benedetta Salvati.

Focus sugli ingressi: “Se ne contano complessivamente tre di cui solo uno non fruibile o utilizzabile per passeggini e persone affette da disabilità. L’identità dei giardini di Campo Fregoso – ha aggiunto l’assessore - è rimasta intatta poiché rappresenta la storia della nostra città. Pertanto il fondo dei viali è stato ripristinato come in precedenza”. Sulla sostituzione dei giochi per i più piccoli la rassicurazione dell’assessore: “E’ prevista nei prossimi mesi, dopo l’effettuazione della gara”. Curiosità concernente la fontanella in marmo: “E’ stato attivato un sinistro nei confronti di Afor. Nel corso delle operazioni di potatura la stessa è stata distrutta. Attualmente la questione è in carico alla compagnia assicuratrice”. Sulla parte che interessa di via Brenta: “I lavori svolti si sono limitatamente ad una manutenzione straordinaria della pista ciclabile, senza alcuna modifica degli ingombri. Infine i giochi presenti erano fatiscenti. Pertanto sono stati rimossi onde evitare per la pubblica incolumità e parte verranno rimessi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericoli a Terni, le segnalazioni nelle aree verdi di via Campo Fregoso e Brenta: “Ecco tutti gli interventi fatti”

TerniToday è in caricamento