rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Attualità

Pericoli a Terni, la novità in arrivo: “Attraversamenti pedonali rialzati per aumentare la sicurezza sulle strade”

L’assessore alla viabilità Marco Iapadre ha annunciato la possibile soluzione nel corso dell’ultimo Question time

Sicurezza nelle strade: un tema piuttosto sentito quanto importante. L’assessore alla viabilità Marco Iapadre, nel corso dell’ultimo Question time, ha annunciato una novità che potrebbe riguardare diverse zone della città. L’intenzione dell’amministrazione comunale è quella di posizionare degli attraversamenti pedonali rialzati che possano fungere da deterrente e soprattutto incentivare gli automobilisti a togliere il piede dall’acceleratore.

Doveroso un passo indietro. L’ex assessore Giovanna Scarcia, rispondendo ad un’interrogazione di Federico Pasculli, aveva ragguagliato sulla questione dei dossi, sollecitata sulla questione dall’ex capogruppo del Movimento cinque stelle. Anche in questo caso durante in Question time dove si parlava di via del Convento: “Nel 2008 l’ufficio mobilità ha proceduto alla realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati, in diverse vie della città. Successivamente a seguito di ripetute circolari del Ministero dei lavori pubblici viene precisato che gli attraversamenti pedonali rialzati non possono essere classificati come dossi di rallentamento, ai sensi dell’articolo 179 del regolamento di esecuzione ed attuazione, perché la loro geometria è diversa dalla norma richiamata e non possono essere segnalati come rallentatori di velocità. Creano problemi nel momento di un eventuale incidente, oltre che rappresentare un problema per i mezzi di soccorso. Alla base delle circolari tali manufatti non sono stati più fatti ed anzi rimossi, in alcune parti”.

Nel corso dell’ultimo appuntamento a palazzo Spada il consigliere Francesco Filipponi, illustrando l’interrogazione per la zona di Terni Est aveva aggiunto: “Nella zona di Via Monti Martani occorre la previsione di dissuasori per limitare la velocità”. La replica di Marco Iapadre è stata piuttosto eloquente: “Aumentare la sicurezza è una prerogativa di questa amministrazione. Il Codice della strada esclude l’utilizzo dei dissuasori, quelli che intendiamo dossi, per la maggior parte dei casi. Pertanto stiamo studiando la possibilità di realizzare, in maniera ampia e copiosa, degli attraversamenti pedonali rialzati, da non catalogare come dossi”. Pertanto questa potrebbe essere una misura sulla quale lavorare proprio per incentivare ad una maggiore disciplina alla guida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericoli a Terni, la novità in arrivo: “Attraversamenti pedonali rialzati per aumentare la sicurezza sulle strade”

TerniToday è in caricamento