Sicurezza e legalità sul lavoro:"Da qualche tempo a Terni controlli indeboliti"

Il segretario regionale della Filt Cgil Umbria Alessandro Rampiconi:"È inesorabile la crisi della città anche in termini di centri decisionali e organi ispettivi”

lavoro

“È inesorabile la crisi di Terni, anche in termini di centri decisionali e organi ispettivi”. Il segretario regionale della Filt Cgil Umbria Alessandro Rampiconi denuncia quanto segue:”La trasformazione della Direzione territoriale del lavoro di Terni in Ispettorato nazionale Lavoro di Terni-Rieti sta facendo registrare notevoli passi indietro. Nel nostro settore, quello del trasporto merci e della logistica l’illegalità è molto diffusa – osserva Rampiconi - e il mancato rispetto delle norme contrattuali e delle leggi è all’ordine del giornoComportamenti che alimentano il lavoro nero, la discriminazione e la poca sicurezza del personale viaggiante, che sempre più spesso parte il lunedì mattina e ritorna il sabato pomeriggio”.

“In questo contesto – afferma il segretario - il sindacato ha bisogno di una sponda proprio dagli uffici territoriali del ministero del lavoro, che sono coadiuvati dalle forze dell’ordine e che hanno uffici interni. Fino a qualche tempo fa ad ogni esposto del sindacato corrispondeva un celere risconto e c’era la disponibilità di convocare le parti in modo da regolare le controversie in una sede protetta. Da qualche tempo – sottolinea il dirigente sindacale - non registriamo gli stessi comportamenti, per cui oggi si fa un esposto circostanziato, ma non arriva mai il controllo e, addirittura, quando si presentano spontaneamente i lavoratori con documenti che supportano i fatti denunciati, questi si sentono dire: 'noi non ci possiamo fare niente, fategli causa'”.

“La Filt Cgil dell’Umbria percorrerà tutte le strade possibili, sia sindacali che legali, per tutelare i lavoratori – conclude Rampiconi - Non avere più l’importante sostegno da parte degli uffici del Ministero del lavoro allenta la quotidiana battaglia che facciamo per i diritti e per la legalità, ma sicuramente non ci fermerà. Chissà se il Ministro del lavoro, che dice di voler cancellare la povertà e garantire dignità a tutti, conosce questa situazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento