rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Attualità

Due ternani nella “task force” che salva le opere d’arte: sono tra i pochissimi in Italia

Riconoscimento nazionale per Vincenzo Pezzetti e Roberto Moriconi, volontari dell’Associazione carabinieri in congedo di Spoleto, dopo un corso di formazione per la messa in sicurezza e la salvaguardia dei beni culturali

I volontari Vincenzo Pezzetti e Roberto Moriconi di Terni, appartenenti all’Associazione volontari carabinieri in congedo di Spoleto (Avcc) hanno ottenuto il riconoscimento nazionale per la messa in sicurezza e la salvaguardia dei beni culturali, dopo aver concluso l’aggiornamento di 5 lezioni.

IMG-20180908-WA0019Un iter formativo che ha permesso all’associazione - unica in Umbria e tra le pochissime in Italia - di ottenere la qualifica di specializzazione in occasione dell’ultimo tavolo tecnico interistituzionale, composti da membri del dipartimento di protezione civile e del ministero della cultura, per le attività relative alla salvaguardia del patrimonio culturale.

Un impegno non nuovo da parte del presidente dell’associazione, avvocato Fabio Militoni, che già nel 2018 aveva organizzato, proprio a Spoleto, uno dei primi corsi di specializzazione, con 32 volontari impegnati in 11 lezioni insieme a docenti dell’Università degli studi di Perugia, dei vigili del fuoco, dei carabinieri tutela patrimonio culturale, del ministero della cultura, del dipartimento regionale e nazionale di protezione civile.

Nello specifico, Avvc potrà intervenire nella delicata fase della protezione e imballaggio delle opere recuperate dai vigili del fuoco in situazioni di rischio, del successivo trasporto – assieme ai carabinieri Tpc - e della successiva messa in sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due ternani nella “task force” che salva le opere d’arte: sono tra i pochissimi in Italia

TerniToday è in caricamento