rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

Terni, il Comune condannato a pagare indennità di turnazione e arretrati alle educatrici dei nidi: “Un atto di giustizia”

La segretaria Desirè Marchetti: “Siamo molto soddisfatte di questo risultato. Una vittoria conseguita dalle lavoratrici e dalla Fp Cgil di Terni che le ha rappresentate”

Il tribunale di Terni, mediante una sentenza emessa lo scorso 18 aprile, ha condannato il Comune al pagamento dell’indennità̀ di turnazione prevista dagli articoli 22 e 23 del contratto collettivo Enti Locali e degli arretrati maturati dal mese di febbraio 2021. A seguire le educatrici il sindacato della Fp Cgil, ed a tal proposito la segretaria generale Desirè Marchetti ha dichiarato a riguardo: “Una vittoria fondamentale, un atto di giustizia nei confronti di queste lavoratrici che due anni fa si erano viste negare questa importante voce contrattuale, cosa che ha comportato una riduzione stipendiale consistente”.

La sospensione dell’indennità, secondo il sindacato, era avvenuta senza alcun tipo di comunicazione, neanche informale: "Un vero e proprio atto d’imperio - continua Marchetti - contro il quale la nostra organizzazione, convinta del pieno diritto delle lavoratrici a continuare a percepire tale indennità, si è mossa da subito (e da sola), attivandosi per ottenere l’annullamento della decisione, partecipando con atteggiamento propositivo agli incontri di trattativa e infine dichiarando lo stato di agitazione del personale dei servizi educativi, a fronte di una totale chiusura da parte dell’amministrazione comunale, che ha perfino ingiunto al personale educativo coinvolto (con una singolare e non conforme alla norma lettera di “messa in mora”) di restituire le somme dell’indennità percepite”. 

Dopo aver cercato una mediazione, la Fp Cgil ha deciso di avviare il ricorso al giudice del lavoro, attraverso una causa civile intentata dalle educatrici contro l’amministrazione comunale. Una causa vinta su tutta la linea, restituendo piena ragione alle educatrici, riconoscendo il loro diritto a percepire l’indennità di turnazione e accogliendo in toto le motivazioni del ricorso presentato, con il Comune di Terni condannato al pagamento in favore delle educatrici anche degli arretrati dell’indennità maturati, oltre che delle spese legali. Mentre sono dichiarate nulle le lettere di “messa in mora”.  

A conclusione dell’intervento la segretaria ha aggiunto: “Siamo molto soddisfatte di questo risultato. Una vittoria conseguita dalle lavoratrici e dalla Fp Cgil di Terni che le ha rappresentate, supportate concretamente e sostenute costantemente. Auspichiamo che questo esito possa essere accolto ora come un'opportunità da parte della dirigenza del Comune, per avviare una stagione diversa, con un approccio migliore nei confronti dei propri e delle proprie dipendenti".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, il Comune condannato a pagare indennità di turnazione e arretrati alle educatrici dei nidi: “Un atto di giustizia”

TerniToday è in caricamento