rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Attualità

Nuova attività a Terni: “Una vita da contabile prima di ‘aprire’ il cassetto dove avevo conservato un sogno da tanti anni”

Il racconto di Debora che sta per inaugurare un nuovo asilo nido nel centro cittadino

Una vita dedicata ai ‘numeri’ ricoprendo il ruolo di contabile. Dopo vent’anni di onorabile lavoro, nel corso del 2022, è arrivata la svolta per Debora. L’imprenditrice ha infatti dapprima rilevato una ludoteca ed ora, insieme ad altre due colleghe del settore, si appresta ad inaugurare un nuovo asilo nido denominato ‘Ohana’. I motivi li spiega alla nostra redazione di www.ternitoday.it, partendo da un presupposto fondamentale: “Ho sempre avuto una particolare predisposizione nello stare insieme ai bambini. I tanti anni trascorsi dietro una scrivania non hanno affatto scalfito un desiderio coltivato nel tempo”.

A tal proposito ne parla diffusamente, ripercorrendo i passaggi salienti della propria vita professionale: “Dopo aver terminato gli studi ho iniziato il percorso da contabile. Da circa nove anni seguo la parte amministrativa di un’azienda. Tuttavia la domanda è stata sempre la stessa: cosa voglio fare da grande? Lavorare con i bimbi”. L’occasione capitata nel corso del 2022: “Una ragazza aveva deciso di non proseguire la sua attività all’interno di una ludoteca. Così la sottoscritta si è proposta di rilevarla. In effetti ho pensato, una volta venuta a conoscenza di tale opportunità. Ora o mai più. A quel punto ho coinvolto una educatrice ed un’assistente all’infanzia ed abbiamo riattivato la struttura mediante attività ludiche, laboratori creativi per bambini, feste a tema, campus estivi, zona playground e gonfiabili”.

Reinventarsi da ‘grande’: “Mi sono rimessa in gioco studiando pedagogia e psicologia infantile. Era necessario per poter supportare le altre colleghe. La ludoteca, aperta in orario pomeridiano, naturalmente ha consentito alla sottoscritta di poter proseguire l’attività di contabile durante l’orario mattutino. Ora con l’apertura dell’asilo nido (di cui ci accingiamo a parlare ndr) dovrò rimodulare la quotidianità. I campus estivi hanno consentito di collaborare con le Piscine dello stadio. E’ andata così bene che alla fine, siamo riusciti a trovare una struttura adeguata per l’asilo”.

A breve la partenza: “Sto aspettando il nulla osta definitivo, dopo aver presentato tutta la documentazione. In attesa delle prime iscrizioni partiremo con due Open day, calendarizzati i prossimi 22 e 26 gennaio. L’obiettivo è far conoscere struttura ed iniziative, in attesa di partire ufficialmente a settembre, improntando la didattica sul metodo Montessori. A tutto ciò computiamo laboratori di lettura, insegnamento della lingua madre inglese, yoga, laboratori musicali adeguati alla fascia d’età nel nido. Il tutto avvalendosi del personale qualificato. Orienteremo parte del tempo su esperienze outdoor, anche grazie agli spazi a disposizione”.

Gli obiettivi da perseguire: “Il nostro lavoro è fondato sulla passione che ci mettiamo nel condividere ogni singolo momento con i bimbi. L’obiettivo è far diventare autonomi i piccoli, fin dai primi anni di età. Una indipendenza che poi naturalmente si potrà constatare nel tempo. Tutto ciò attraverso l’applicazione del metodo Montessori che comunque non sarà l’unico attuato. Di certo – conclude Debora – sto finalmente per aprire quel cassetto dove avevo conservato un sogno, da tanti anni”. In bocca al lupo!.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova attività a Terni: “Una vita da contabile prima di ‘aprire’ il cassetto dove avevo conservato un sogno da tanti anni”

TerniToday è in caricamento