rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità Arrone

Arrone Pallavolo, il sogno svanito all’ultimo: “Un grande risultato nonostante le molteplici difficoltà incontrate”

Il coach Massimo Grifoni: “Durante l’anno non è stato facile portare avanti le attività soprattutto a causa dell’emergenza sanitaria”

Un sogno svanito all’ultimo. La società dilettantistica Arrone Pallavolo si è ben contraddistinta nel torneo di Prima Divisione, accedendo alla fase post season, propedeutica all’accesso in Serie D. Dopo aver superato Bastia e Spello non è riuscita a conquistare la promozione contro Fossato volley, al meglio delle tre gare.

“Dopo due anni caratterizzati dall’emergenza sanitaria – esordisce coach Massimo Grifoni – l’Arrone Pallavolo ha ricominciato l’attività agonistica. Siamo partiti da un gruppo di giovani della zona e dei territori limitrofi, aggiungendo alcuni profili di esperienza. All’inizio pensavamo di contare su un organico di 14-15 giocatrici”.

La ripartenza dal torneo di Prima Divisione: “A causa principalmente della pandemia non è stato possibile allenarsi in modo continuativo. Il punto dolente di questa stagione” tiene a precisare il mister. “Oltre al Covid si sono poste in essere altre criticità che non hanno consentito di svolgere le sedute in palestra con l’intero roster. Tuttavia, sotto il profilo dell’impegno profuso, le ragazze sono state impeccabili durante le partite giocate. Dal mio punto di vista – aggiunge Massimo Grifoni – è stata una sofferenza continua poiché l’allenamento rappresenta l’elemento preponderante per la crescita di ogni singola atleta. Di certo il risultato raggiunto è l’aspetto positivo da rimarcare”.

Una stagione lunghissima: “L’obiettivo era disputare un campionato dignitoso. Purtroppo siamo partiti con tre sconfitte iniziali piuttosto brucianti. Ho dunque lavorato anche sotto l’aspetto del morale ed alla fine il trend è stato invertito appieno. Il terzo posto ottenuto, al termine della stagione regolare, ha aperto le porte ai Play off peraltro ad un solo punto dalla seconda formazione classificata”. Focus spareggi: “Abbiamo affrontato Bastia perdendo 3-1 l’andata e vincendo 3-0 la sfida di ritorno, aggiudicandoci il golden set ulteriore. Successiva semifinale contro Spello dove ci siamo imposti in entrambi i campi. Ci è dunque rimasta la finale per l’accesso in Serie D, al meglio dei tre confronti”.

Le ragazze amaranto hanno perso 3-1 la prima sfida, vincendo poi 3-0 la seconda ed andando dunque alla bella. “Il 3-1 a favore delle avversarie ha vanificato il sogno promozione. Un peccato poiché se consideriamo i punti ottenuti avremmo meritato di accedere alla categoria successiva”. Una tradizione alle spalle per l’Arrone Pallavolo che può contare su un settore giovanile florido e un grande entusiasmo. “Tante persone sono venute a sostenere le ragazze. Inoltre dobbiamo tenere a mente che Arrone è un Comune di ridotte dimensioni. Nonostante ciò il settore giovanile è piuttosto sviluppato. E la società, in tal senso, ha puntato su una prima squadra composta prevalentemente da under 20”. Un vero peccato ma anche la consapevolezza di poter ripartire al meglio, grazie all’esperienza vissuta durante la stagione agonistica terminata domenica scorsa.

Mister Grifoni tiene a specificare: “Il presidente è Giorgio Mosti che ricopre l’incarico dallo scorso anno. Poi c’è la dirigente della prima squadra Daniela Felici”. Le giocatrici: “Il capitano Federica Eresia, Martina Grechi, Prisca Mastini, Federica Rossi, Gloria Zagori, Nicole Ciani, Sharon Ciani, Veronica Moriconi, Moira Bontempo, Rebecca Giorgetti e Anita Giorgetti”. Una piccola curiosità: al termine di ogni partita le giocatrici si sono cimentate in un selfie. Un rituale che sicuramente ha ulteriormente rafforzato un gruppo che ha accartezzato un sogno da inseguire, a partire dal prossimo torneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrone Pallavolo, il sogno svanito all’ultimo: “Un grande risultato nonostante le molteplici difficoltà incontrate”

TerniToday è in caricamento