rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Attualità Amelia

Dal dolore della perdita alla gioia della solidarietà: le donazioni del funerale diventano tv e supporti per l’ospedale

Il gesto di una ragazza dopo la morte del padre, stroncato da un infarto durante una battuta di caccia, a favore del reparto di emodialisi del Santa Maria dei laici di Amelia

Dal dolore della perdita alla gioia della solidarietà. È il cuore della vicenda che ha visto realizzare in questi giorni una donazione speciale al reparto di emodialisi dell’ospedale di Amelia.

La protagonista di questo gesto è una ragazza di 32 anni, Samira Giubbini, figlia di Mario, cacciatore 63enne stroncato da un arresto cardiaco che non gli ha lasciato scampo, lo scorso 12 gennaio, durante una battuta di caccia a Tenaglie di Montecchio. Le donazioni del funerale, infatti, sono diventate schermi tv e supporti per il centro amerino.

“Papà faceva dialisi qui da oltre 10 anni – ha spiegato Samira – e in questi luoghi ha trovato il conforto di una seconda famiglia. Per questo mi è sembrato bello lasciare qualcosa che in qualche modo venisse da lui proprio in questo luogo”.

Una donazione che oltre il fatto in sé, vuole valere soprattutto come un grande ringraziamento. “È importante per me, per la mia famiglia e nel ricordo di mio padre – ha aggiunto la ragazza – che giunga il nostro grazie, grandissimo, a tutto il personale sanitario del centro, in primis alle infermiere che hanno alleggerito il trattamento con la loro professionalità e umanità”. E ha piacere di citarne i nomi, una per una, Samira. Il suo grazie va a: Tamara Giuliani, Umbra Di Nicola, Anna Rita Trippanera, Maria Luisa Cicogna, Luciana Proietti, Cinzia Guerrini, Ilaria Di Paolo, Valeria Diomedi, Sara Quadraccia, Maria Chiara Colasanti, Marta Belloni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal dolore della perdita alla gioia della solidarietà: le donazioni del funerale diventano tv e supporti per l’ospedale

TerniToday è in caricamento