Collescipoli, la denuncia dell’Astrolabio: vale più un campo di paddle che un paesaggio rimasto intatto per centinaia di anni

Spunta una tensostruttura bianca, il presidente dell’associazione Rogari: così si devasta il paesaggio del colle e di notte l’impatto è ancora più evidente

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Giuseppe Rogari, presidente dell’associazione L’Astrolabio di Collescipoli, che denuncia l’impatto visivo provocato dall’installazione sul colle del borgo ternano di una copertura bianca su una struttura sportiva.

---------------------------------------------------------

Il colle e l’abitato di Collescipoli sono tutelati dall’articolo 9 della Costituzione, ma anche da un vincolo paesaggistico istituito nel 1957 e poi ampliato dalla Regione Umbria nel 2001 con legge regionale n. 14/80.

Il vincolo è motivato:

“La zona è meritevole di essere sottoposta a vincolo paesaggistico in quanto, con il borgo di Collescipoli, oltre a formare il vero quadro naturale di singolare bellezza panoramica godibile dal raccordo autostradale, dalla statale Flaminia e dalle provinciali che costeggiano la zona, costituisce un insieme avente valore estetico tradizionale dato dal paesaggio tipico della terra e della cultura umbra, memoria storica del passato da conservare e tramandare”.

Leggendo queste parole ci si aspetterebbe un colle e un borgo tutelati dalla cementificazione, ma in realtà Comune di Terni ed ora anche la Soprintendenza a Beni Artistici dell’Umbria nel corso di questi anni si sono dimostrati molto restii ad attuare in senso profondo queste norme, non sanzionando chi offende illegalmente il paesaggio e la storia non impedendo che questo potesse avvenire legalmente.

Nel dicembre 2008 è stato approvato il nuovo Piano Regolatore Generale del Comune di Terni e nelle numerose assemblee aperte ai cittadini, assessori e dirigenti hanno sempre dichiarato che il nuovo strumento urbanistico si prefissava il rispetto del vincolo, limitando le nuove costruzioni solo al completamento, entro limiti, degli edifici esistenti.

Nell’agosto 2017 al Comune veniva presentato da una società costituita allo scopo il progetto per realizzare, in mezzo al colle, un impianto sportivo. L’autorizzazione, dopo una nostra presa di posizione e quella di alcuni politici, è stata concessa cercando di limitare al minimo l’impatto ambientale. Con l’autorizzazione venne prescritta una schermatura a valle con piante di alto fusto, mentre nella zona degli spogliatoi l’infoltimento della vegetazione. Soltanto dopo un intervento della nostra associazione presso gli uffici competenti, sono state impiantate alcune piccole piante di leccio (fra venti anni forse schermeranno la struttura).

WhatsApp Image 2019-12-16 at 15.52.31 (1)-2In questi giorni con nostra sorpresa è stata installata (il tutto regolarmente autorizzato da Comune e Soprintendenza) una grande tensostruttura bianca a copertura di uno dei campi (colore che è in contrasto con tutte le precedenti autorizzazioni che imponevano la colorazione di tutte le infrastrutture in verde) che per sei mesi all’anno devasterà visivamente il paesaggio del colle di Collescipoli. L’impatto è ancora più evidente di notte quando le luci rendono la struttura luminosa, visibile in ogni parte della conca ternana e di fatto vanificando tutta l’illuminazione turistica del borgo.

WhatsApp Image 2019-12-16 at 15.52.31-2Purtroppo, l’Italia è un luogo dove la bellezza ed il paesaggio anziché essere visti come una risorsa sono considerati come un impedimento per cui per soddisfare specifici interessi vengono distrutti quelli collettivi. Il fatto che ci rattrista di più è che chi avrebbe dovuto salvaguardare gli interessi pubblici (tutela del paesaggio) ha pensato solo agli interessi del privato.

In breve, un campo di paddle vale molto di più di un paesaggio rimasto intatto per centinaia di anni.

       

                                                                                                               *Presidente dell’associazione culturale L’Astrolabio

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Coop contribuisce a combattere il Coronavirus: “Abbassato il prezzo delle mascherine chirurgiche in vendita nei negozi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento