rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Attualità

Stagione di caccia in Umbria, presentato il calendario venatorio: date e specie cacciabili

La specie tortora non è stata per ora inserita nel calendario perché ci sono prescrizioni molto precise che dicono di ipotizzarne il prelievo solo in presenza di dati certi risultanti dalle precedenti stagioni venatorie

Riparte la stagione di caccia anche in Umbria. Il responsabile della sezione organizzazione attività venatoria della Regione Umberto Sergiacomi, ha illustrato ai membri della terza commissione consiliare la bozza del nuovo calendario venatorio per la stagione di caccia 2022-23. Il debutto è previsto per la giornata di domenica 18 settembre. Altri giorni del mese sono stati indicati nelle date di mercoledì 21, sabato 24, domenica 25 e mercoledì 28 settembre. Per la restante stagione venatoria, la caccia è consentita per tre giorni alla settimana a scelta del cacciatore, fermo restando il silenzio venatorio nei giorni di martedì e venerdì. Prevista un’audizione delle associazioni venatorie.

La specie tortora non è stata per ora inserita nel calendario, perché ci sono prescrizioni molto precise che dicono di ipotizzarne il prelievo solo in presenza di dati certi risultanti dalle precedenti stagioni venatorie, i cui tesserini sono ancora in fase di controllo. Pertanto in sede di Consulta faunistico-venatoria è stato concordato di rinviare a un atto successivo l’inserimento della specie tortora e di una eventuale nuova
prima apertura della stagione.

Nel periodo compreso tra il 3 ottobre ed il 27 novembre, la caccia da appostamento alla selvaggina migratoria in tutto il territorio regionale è consentita nelle giornate di lunedì, mercoledì, giovedì, sabato e
domenica: in questo periodo il cacciatore, ferma restando per la caccia vagante la limitazione a tre giornate settimanali a scelta, deve annotare sul tesserino le eventuali due ulteriori giornate, barrando solamente la apposita casella corrispondente.

Specie cacciabili

Dal 18 settembre 2022 al 31 ottobre alla quaglia; dal 18 settembre 2022 al 31 dicembre alle seguenti specie: coniglio selvatico, fagiano (maschio), starna, pernice rossa, silvilago. Dal 1 ottobre
al 31 dicembre allodola; dal 18 settembre al 30 novembre per la specie fagiano femmina. Dal 18 settembre al 30 gennaio 2023 alle seguenti specie: alzavola, marzaiola, germano reale, colombaccio, ghiandaia, cornacchia grigia, gazza, beccaccia, beccaccino, canapiglia, cesena, codone, fischione, folaga, frullino, gallinella d’acqua, mestolone, moretta, porciglione, tordo bottaccio, tordo sassello, volpe. Dal 18 settembre al 11 dicembre alla specie lepre.

Dal 16 ottobre al 16 gennaio 2023 alla specie cinghiale nelle forme previste dal R.R.34/1999, esclusivamente nei giorni di giovedì, sabato e domenica. Per il prelievo di questa specie si raccomanda l'utilizzo di munizioni atossiche. Nelle aziende faunistico venatorie il prelievo delle specie autorizzate, effettuato comunque nel rispetto dei piani di prelievo autorizzati, inizia il 18 settembre e termina il 31 dicembre, con esclusione delle specie fagiano (maschio e femmina), volpe, germano reale, colombaccio
che possono essere prelevate fino al 30 gennaio 2023. Nelle aziende agrituristico-venatorie il prelievo delle specie autorizzate ha inizio il 18 settembre e termina il 30 gennaio 2023. Per la salvaguardia
delle popolazioni svernanti di beccaccia in occasione di eventi climatici avversi l'Amministrazione Regionale si riserva la possibilità di sospendere la caccia alla specie in occasione di ondate di gelo che si prolunghino per più di tre giorni consecutivi, adottando un provvedimento di sospensione con determinazione dirigenziale e relativa pubblicazione dello stesso sul sito regionale e sui principali mezzi di informazione.

Giornata venatoria
 

L'esercizio venatorio è consentito secondo gli orari di seguito specificati: dal 18 settembre al 30 settembre dalle ore 6.20 alle ore 19,15; dal 1 ottobre al 16 ottobre dalle ore 6,30 alle ore 18,45; dal 17 ottobre al
29 ottobre dalle ore 6,45 alle ore 16.30; dal 30 ottobre al 15 novembre dalle ore 6,00 alle ore 17,15 (ora solare); dal 16 novembre al 30 novembre dalle ore 6,15 alle 17,00; dal 1 dicembre al 15 dicembre dalle ore 6,30 alle ore 16.45; dal 16 dicembre al 31 dicembre dalle ore 6,45 alle ore 17.00; dal 1 gennaio al 15 gennaio dalle ore 6,45 alle ore 17,15; dal 16 gennaio al 30 gennaio dalle ore 6,30 alle 17.30. Fanno eccezione: la caccia di selezione agli ungulati, consentita da un'ora prima del sorgere del sole fino a un'ora
dopo il tramonto; la caccia alla beccaccia, che inizia un'ora dopo e termina un'ora prima degli orari di cui sopra.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stagione di caccia in Umbria, presentato il calendario venatorio: date e specie cacciabili

TerniToday è in caricamento