Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

La segnalazione: “Stazione ferroviaria di Terni terra di nessuno dopo le 22. Paura e sincera preoccupazione”

Il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi: “Senza alimentare inutile clima di terrore chiedo se si intende sollevare tale preoccupazione a chi competente”

foto di repertorio

Alcune segnalazioni raccolte da giovani, che utilizzano i treni per spostarsi – soprattutto nel fine settimana - e raggiungere il capoluogo o tornare nei comuni di residenza. Durante l’ultima seduta del consiglio comunale il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi ha riportato alcune testimonianze e presentato, a riguardo, un’interrogazione rivolta al sindaco ed all’assessore competente. Secondo Michele Rossi: “Dalle ore 22 gli spazi della stazione ferroviaria possono considerarsi “terra di nessuno”. Mentre si attende l'arrivo del convoglio non si vede un solo addetto al controllo. Inoltre la sala di attesa risulta chiusa così come il servizio bar, non si vede un capostazione così come raramente volanti della polizia”.

Ed ancora: “Chi mi segnala la situazione lo fa mosso dalla sincera preoccupazione e dalla paura che in un luogo lasciato così, privo di ogni sorveglianza e presenza fisica, non ci sarebbe alcuna persona a cui rivolgersi nel caso di reale necessità. E questo a fronte della frequentazione di soggetti poco raccomandabili”. Una percezione che scaturisce in paura, come sostiene il capogruppo: “Aumentata a fronte anche di alcuni recenti fatti di cronaca accaduti, sempre nel fine settimana, anche in altre zone isolate e poco controllate della città. Senza alimentare inutile clima di terrore – conclude nell’interrogazione - si chiede se questa amministrazione, l'assessore di riferimento, intende sollevare tale preoccupazione a chi competente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La segnalazione: “Stazione ferroviaria di Terni terra di nessuno dopo le 22. Paura e sincera preoccupazione”

TerniToday è in caricamento