Attualità

Culle vuote e malattie, Terni perde i “pezzi”: quasi 750 residenti in meno da qui a fine anno

Nella fascia d’età tra zero e un anno “addio” a 57 bambini, cala la popolazione in tutta la provincia: i dettagli: le proiezioni 2021 dell’Istat

I 307 morti provocati dal Covid19 nell’ultimo anno e mezzo hanno sicuramento accelerato un processo che però era già in atto e che, davvero, appare inarrestabile. La crisi demografica continua ad essere il nemico pubblico numero uno.

L’ennesima conferma arriva dalle stime sulla popolazione residente 2021 elaborate dall’Istat, Istituto nazionale di statistica. Scorrendo le tabelle, emerge che alla fine dell’anno la popolazione residente in tuttala provincia di Terni dovrebbe essere pari a 221.702 unità, mix tra 106.470 uomini e 115.232 donne.

La situazione 2020, quindi confermata da numeri reali, era la seguente: 223.455 residenti, con 107.257 uomini e 116.198 donne. A livello provinciale, dunque, in un anno si sono persi 1.753 residenti.

Stringendo la lente su Terni, il quadro che emerge dice che i 110.003 residenti del 2020 a fine anno dovrebbero diventare 1093255, di cui 51.795 uomini e 57.460 donne. Ovvero, 748 ternani in meno. Due per ogni giorno di questo 2021.

La proiezione viene ovviamente confermata se si guarda alla fascia d’età 0-1 anni, ossia i neonati. La stima Istat prevede che a fine anno ce ne saranno 2.511 (1.302 maschi e 1.209 femmine) in tutta la provincia a fronte dei 2.603 (-92, 1.314 maschi e 1.289 femmine) del 2020. A Terni i bebè saranno 1.273 (646 maschi e 627 femmine) ossia 57 in meno rispetto ai 1.330 (662 maschi e 668 femmine).

Forse la “ricerca” deve cominciare a concentrarsi sulla necessità di individuare un vaccino a questo virus che, mischiato assieme agli altri, rischia di comporre una miscela davvero esplosiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Culle vuote e malattie, Terni perde i “pezzi”: quasi 750 residenti in meno da qui a fine anno

TerniToday è in caricamento