rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Terni, il trionfo di Luca a 'The Vero Bartender': “Trasformare i ricordi degli anni novanta in ingredienti”. In arrivo la finale ‘mondiale’

Il professionista ha conquistato la giuria con il drink ‘Bim bum bam’ ad inizio della settimana corrente

Un trionfo dal sapore ‘vero’. Il professionista Luca Bruni ha infatti conquistato la giuria di The Vero Bartender, ossia il contest lanciato nel 2016 dall’Amaro Montenegro. Ad inizio della settimana corrente infatti si è recato a Milano per sfidare gli altri concorrenti presso la NoLo Factory. Il suo ‘Bim bum bam’ (deriva proprio dal noto programma televisivo) ha conquistato tutti e pertanto, il prossimo 10 aprile, salirà a Bologna per partecipare alla finalissima mondiale, poiché tale competition è estesa a tutti gli altri paesi dove l’Amaro Montenegro è consolidato e radicato.

Il tema selezionato per il 2024 è stato ’90s calling per tornare indietro nel tempo ed assaporare la mixology dei drink che hanno caratterizzato tale epoca: “Lo scorso anno avevo partecipato alla fase finale – ricorda Luca – ed era giusto riprovarci, anche perchè le motivazioni erano molteplici. Lavorare sui dettagli, migliorare ciò che non era andato in precedenza”. La competition si svolge in due tranche: sedici concorrenti distribuiti in due tronconi, rispetto alla provenienza, dopo naturalmente la preselezione online dove vengono valutati i contenuti grafici e lo storytelling. Il cocktail da preparare, una volta approdati alle fasi conclusive, doveva appartenere alla cultura degli anni novanta, andandolo a personalizzare e rivisitare. La presentazione della serata conclusiva è stata affidata a Petra Loreggian. Otto i concorrenti che si sono sfidati a suon di drink.   

Gli anni novanta evocano una trasmissione televisiva davvero iconica: “Ho scelto di chiamare il drink Bim bum bam. A tutto ciò è stato abbinato uno storytelling con immagini che ricordavano quel periodo. Ricordi poi ‘trasformati’ in ingredienti attingendo ad alcuni prodotti tanto cari ai bambini negli anni novanta come la Big Babol, la caramella Tic Tac all’arancia, il Fruttolo. Insomma un risveglio di quei mitici anni andando a reinterpretare il Sex on the beach”. Le varianti: “Ho sostituito il succo d’arancia con le Tic Tac, il succo al cranberry con quello al mirtillo in bricco ed il liquore alla pesca con il Fruttolo. Tutto ciò andando a valorizzare il principe della ricetta ossia l’Amaro Montenegro, creando un solo ingrediente denominato ‘merenda cordial’.

Un concetto applicato: “Bim bum bam andava in onda ad orario della merenda. Tra i valori esplicativi di Amaro Montenegro c’è anche l’amicizia che può evocare le merende fatte in compagnia. Pertanto la comunicazione, lo show volto a valorizzare l’esperienza sono stati, probabilmente, gli aspetti premianti”. Il valore della vittoria: “Quando si ottiene un successo tutto ciò che gira intorno viene valorizzato. Giusto dunque condividere questo riconoscimento con il bar dove lavoro, ossia il ‘Depero’ di Rieti e ricordare le mie radici ternane”. Infine il pensiero verso la finalissima mondiale: “Presenterò lo stesso drink contestualizzandolo in modo internazionale. Creare l’ambientazione farà la differenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, il trionfo di Luca a 'The Vero Bartender': “Trasformare i ricordi degli anni novanta in ingredienti”. In arrivo la finale ‘mondiale’

TerniToday è in caricamento