rotate-mobile
Attualità

Storiche attività a Terni e provincia: “Le imprese commerciali che resistono dal ventesimo secolo dopo guerre e crisi”

Il registro delle imprese storiche fornisce tutti i dettagli: ventuno le imprese del territorio al momento iscritte. Entro il 20 dicembre è possibile aderire

Ventuno imprese di Terni e provincia hanno superato il prestigioso quanto lusinghiero traguardo dei cento anni di attività. È ciò che emerge consultando il Registro nazionale delle imprese storiche, istituito nel corso del 2011 da Unioncamere per valorizzare e certificare le storicità delle imprese centenarie. Fino al prossimo 20 dicembre è possibile richiedere l’iscrizione per le imprese di qualsiasi forma giuridica, operanti in qualsiasi settore economico, iscritte nel Registro delle Imprese, attive e in regola con il diritto annuale, con esercizio ininterrotto dell’attività nell’ambito del medesimo settore merceologico per un periodo non inferiore ai 100 anni. Pubblichiamo la terza ed ultima parte di questo ‘viaggio’ virtuale. 

Sul finire del 1800, per la precisione nel 1890 ad Acquasparta il professionista del settore Silvio Loreti fondò la “Pasticceria Loreti” in Corso Umberto I, dopo essersi recato ad apprendere l’arte della pasticceria a Torino. Prodotti tipici della pasticceria dell’epoca erano le caramelle oltre alle torte e paste fresche. Successivamente diede vita al Biscottificio e decise di aprire un bar (1917) dove commercializzare la pasticceria prodotta in proprio. L’ubicazione più consona era il centro del paese, di fronte all’ingresso della piazza Federico Cesi in Corso Umberto I. La denominazione storica, all’interno del registro, è indicata in Bar Loreti di Catena Giuliana. Il 1896 è invece la data di inizio attività per la Organtini, nel settore del commercio di vini e bevande (Organtini 1896 Snc di Organtini Mario & C).

Un’antica cappelleria collocata in via Corso Vittorio Emanuele, poi divenuto l’attuale Corso Vecchio. ‘Dal 1906 Piccioni di Piccioni Fabrizio e Riccardo Snc’ è la denominazione del locale fondato da Luigi Piccioni, nel settembre dell’anno menzionato, con la specializzazione della produzione di cappelli in feltro e berretti in tessuto cuciti rigorosamente a mano. I successivi passaggi del testimone, fino ai giorni nostri, perfezionandosi anche nella vendita di numerosi accessori per l'abbigliamento riservati alla clientela più esigente. Il trionfo della cucina tipica ternana per la ‘Trattoria La Mora di Stella Giuliana’ il cui debutto in città è datato 1910, dopo essere stata fondata nel 1904, anno in cui nacque come mescita di vino, per poi trasformarsi come punto di riferimento per la ristorazione.

Produzione e commercializzazione di liquori e specialità medicinali è il marchio di fabbrica di Metello Morgani il quale preparò delle gocce, medicamento per problemi digestivi, che diventarono un liquore dalle proprietà digestive denominato Viparo, brand registrato in Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n. 216 del 16/09/1913 e venduto solo nella farmacia Morganti di Terni. L’anno di avviamento è 1912 e la denominazione nel registro ‘Morganti & C. di Massimo Alberto Morganti & C. S.a.s’. Ed infine il bar pasticceria Pazzaglia, storico punto di ritrovo per acquistare le celebri pastarelle ma non solo. Nel registro è indicata come ‘Pazzart Srl Semplificata’ la cui data di inizio attività risale al 1913.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storiche attività a Terni e provincia: “Le imprese commerciali che resistono dal ventesimo secolo dopo guerre e crisi”

TerniToday è in caricamento