rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Attualità

Storie di Natale, Manuel scrive a Santa Claus e condanna il bullismo sui social: “Basta violenze”

Il giovane si è aggiudicato il premio “Babbo Natale sei tu..” organizzato dal Centro sociale e culturale San Gemini

Un tema piuttosto complesso quanto delicato da affrontare. Ci ha pensato il piccolo Manuel Massarelli - in una lettera inviata a Babbo Natale - a denunciare il bullismo sui social compiuto su innocenti vittime e spesso nei confronti di ragazzi portatori di handicap. Le sue parole di ferma condanna ed il suo invito a ritrovare la ragione rivolto a quei ragazzi che praticano questo tipo di violenza fanno commuovere tutti i presenti.

Il giovanissimo ha vinto la decima edizione del concorso intitolato “Babbo Natale sei tu…” organizzato dal Centro sociale e culturale San Gemini e rivolto agli alunni delle ultime classi della scuola primaria e della secondaria di primo grado.

Anche quest’anno gli studenti si sono messi nei panni di Babbo Natale che, a causa delle ristrettezze finanziarie, può soddisfare i desideri di una sola delle tante lettere che sono rimaste nel suo capiente sacco.

Nei loro elaborati i ragazzi, che hanno dato prova di grande fantasia, originalità e maturità, hanno affrontato anche tematiche di grande attualità. Oltre a Manuel sono risultati vincitori Giulia Costanzi, Martina Laurucci e Desiré Bordacchini. Menzioni speciali a Tommaso Fredduzzi, Leonardo Perlati, Alessandro Scolastra, Benedetta Cruciani, Eva Giannetti, Sofia Vitali, Filippo Cappelloni, Leonardi Valeria, Erika Pannacci, Veronica Bombace, Diletta Marchegiani e Rachele Romiti.

Le premiazioni in una sala gremita, alla presenza dei vertici del Comune e del dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Acquasparta-San Gemini. A loro sono stati consegnati premi importanti dai libri ai vocabolari di lingua inglese ad un tablet per il vincitore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storie di Natale, Manuel scrive a Santa Claus e condanna il bullismo sui social: “Basta violenze”

TerniToday è in caricamento