rotate-mobile
Attualità Stroncone

Stroncone, acqua a singhiozzo e residenti infuriati: “Entro la metà del mese la situazione dovrebbe tornare alla normalità"

La segnalazione del Consigliere comunale Marco Bruni che si è preso in carico la delicata questione: “A breve invierò una Pec al Servizio Idrico Integrato”

Acqua a singhiozzo all’interno del Comune di Stroncone. Il Consigliere comunale Marco Bruni, dopo aver ricevuto diverse segnalazioni, si è preso in carico la delicata questione che riguarda alcune zone del paese. Più nello specifico gli abitati di Piciolo, Cerreta e Colle ed aree limitrofe le quali, tra l’altro, rappresentano i luoghi densamente più abitati di tutto il municipio.

Il Consigliere Bruni, intervenendo alla nostra redazione di www.ternitoday.it spiega: “Sono ormai tre, quattro mesi che almeno una o due volte alla settimana si 'interrompe' improvvisamente la fruizione dell’acqua. Interruzione dalla durata di almeno tre ore che sorprende i residenti e provoca enormi disagi. Siccome la questione è già stata sottoposta a sindaco e vicesindaco, sto provvedendo a scrivere una Pec al Servizio Idrico Integrato per chiedere delle delucidazioni”.

Attese disattese: “I residenti sono infuriati, perché la situazione ormai perdura da troppe settimane. Aspettavamo un intervento risolutivo che non è arrivato. Eppure questa è una zona dove l’acqua non manca, anzi”. Le chat su whatsapp ‘ribollono’ così come le segnalazioni su facebook sono molteplici: “Mi sono fatto portavoce di questo problema sperando di addivenire ad una soluzione”.

Intervento sindaco 

Il sindaco Giuseppe Maltevani, attraverso un post comparso sulla propria pagina di riferimento tiene a precisare: “Con riferimento alla situazione relativa alla mancanza di acqua che in alcuni giorni e orari interessa zone del nostro comune (nello specifico: Santa Lucia, San Lorenzo, Piciolo, Cerreta e Colle), si informa che l’Amministrazione ha preso più volte contatti con il Servizio Idrico per segnalare la questione e prendere informazioni.

Come già avuto modo di riportare ai cittadini che ce lo hanno evidenziato, i disservizi dell’ultimo periodo sono legati a importanti lavori di rifacimento di lunghi tratti della rete, ormai ammalorata e soggetta a continue rotture, per oltre 700 metri lineari”.

Ed ancora: “Tali lavori (durante i quali va necessariamente tolta l’acqua) dalle informazioni in nostro possesso, dovrebbero concludersi ed essere collaudati entro la metà del mese di luglio. Da quel momento la situazione dovrebbe tornare alla normalità.  Qualora così non fosse, come già fatto precedentemente, torneremo a sollecitare ulteriori interventi perché quanto prima l’erogazione del servizio sia regolare su tutto il nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncone, acqua a singhiozzo e residenti infuriati: “Entro la metà del mese la situazione dovrebbe tornare alla normalità"

TerniToday è in caricamento