Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Studios di Papigno, il sopralluogo: “Capannoni fatiscenti e tetto bucato. Rischi per l’incolumità delle persone”

Il capogruppo del Movimento Cinque Stelle Federico si è recato in loco: “Bisogna capire se si ha la voglia di recuperare il complesso”

foto tratta da facebook

Uno dei doveri di ogni singolo consigliere comunale è quello di monitorare il territorio, anche recandosi in luoghi precipui, se ce ne fosse bisogno. Gli Studios cinematografici di Papigno, al momento interdetti al pubblico, hanno rappresentato un motivo di vanto e sviluppo, anche in ottica di veicolare il brand territoriale e farlo conoscere al di fuori dei confini provinciali. Tuttavia, a seguito di numerose vicissitudini, tale progetto si è interrotto e ciò che ne resta è impossibile vederlo ad occhio nudo.

Il consigliere Federico Pasculli, dopo aver fatto richiesta di accesso, ha potuto toccare con mano cosa è rimasto all’interno: “Avevamo chiesto una lista di tutte le scenografie presenti, in modo tale di poter verificare il loro eventuale utilizzo”. Cosa ha trovato? “I capannoni sono fatiscenti ed il tetto è bucato. Ne conseguono rischi per l’incolumità delle persone. Necessario capire se c’è l’intenzione di voler recuperare il complesso, dopo la votazione favorevole della plenaria”. Come afferma Pasculli: “Purtroppo il tutto doveva essere gestito diversamente. È in completo stato di abbandono”.  

Alla seduta del consiglio comunale, menzionata da Pasculli in precedenza e datata 14 gennaio, fece seguito una dichiarazione congiunta delle opposizioni, a seguito della votazione sull’atto presentato dai pentastellati: “Bene l'ampia convergenza politica che si è registrata sulla proposta degli studios di Papigno. L'amministrazione comunale indichi finalmente il percorso per valorizzare quella realtà, confrontandosi con quanto è stato proposto e approvato in aula”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studios di Papigno, il sopralluogo: “Capannoni fatiscenti e tetto bucato. Rischi per l’incolumità delle persone”

TerniToday è in caricamento