Tagli al trasporto pubblico, BusItalia risponde a Codici Terni: pronti a valutare le richieste di rimborso degli utenti

La lettera dell’azienda dopo la richiesta di risarcimento dell’associazione: stiamo definendo criteri e modalità per valutare le domande dei clienti

La “battaglia” sui tagli al trasporto pubblico segna un punto a favore degli utenti. BusItalia ha infatti risposto alla lettera che l’associazione Codici Terni ha inviato all’azienda lo scorso 8 agosto, chiedendo di chiarire le motivazioni che hanno portato alla soppressione di diverse corse sul territorio e avanzando una richiesta di risarcimento danni nei confronti di quegli utenti che, avendo sottoscritto abbonamenti, si sono ritrovati a dover fare i conti con una serie di tagli non precedentemente comunicati.

“La riduzione dei servizi di trasporto pubblico locale – spiega BusItalia nella sua nota - è stata disposta dalla Regione e dai singoli enti affidanti, a seguito della deliberazione della giunta regionale numero 632 del 7 maggio 2019”.

LEGGI - Tagli ai bus, dall'11 settembre il ritorno alla normalità

Rispetto alla questione dei rimborsi, l’azienda spiega poi che “non potendo desumere” dalla richiesta avanzata da Codici “quali siano gli utenti ai quali si riferisce e dai quali avrebbe ricevuto mandato, i clienti interessati potranno trasmettere eventuali richieste di rimborso che verranno valutate secondo criteri e le modalità in corso di definizione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento