menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alberi malati e pericolosi all'ospedale: via al taglio di 68 tra pini e cedri

Lecci, tigli e cipressi al posto di quelle pericolanti, piano di manutenzione anche per un centinaio di altre piante. L'abbattimento sarà concluso entro l’estate. Così cambia anche la viabilità

L’ospedale si prende cura dei suoi alberi malati e pericolosi. È iniziata il 13 giugno la prima fase dell’intervento di messa in sicurezza del patrimonio arboreo dell’ospedale di Terni che, nell’arco dell’estate, comporterà l’abbattimento di 61 alberi -  48 pini e 13 cedri – messi a dimora nell’attuale sito negli anni ’70, durante i lavori di realizzazione dell’ospedale.

Si tratta di un intervento di manutenzione straordinaria, già programmato e autorizzato dal Comune, che per la incolumità delle persone non poteva essere più rimandato. “La compromissione della stabilità degli esemplari da abbattere – spiega una nota diffusa dal Santa Maria di Terni - era stata evidenziata già dal ‘Censimento del patrimonio arboreo’ realizzato nel 2016 nell’ambito di una convenzione con cui la Provincia di Terni aveva messo a disposizione un agronomo esperto per la valutazione della stabilità degli alberi”.

I primi lavori sono iniziati lo scorso fine settimana coinvolgendo l’area tra l’uscita principale e il parcheggio di malattie infettive e si estenderanno fino alla pineta per concludersi entro la fine dell’estate.
Le piante tagliate saranno sostituite nel periodo autunnale con 100 nuovi alberi di specie già presenti naturalmente nell’area del Ternano tra cui leccio, tiglio, sorbo, maggiociondolo e cipresso. I restanti pini e cedri che verranno mantenuti, circa 100, saranno sottoposti ad interventi programmati di potatura di contenimento al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità delle persone.

Per ogni fase dei lavori sono previste delle modifiche temporanee della viabilità, garantendo percorsi interni alternativi e un numero adeguato di posti auto anche per i dipendenti. In particolare, in questa prima fase (dalle 18 di giovedì 13 giugno fino alle 18 di mercoledì 19 giugno) è prevista la chiusura del parcheggio antistante la struttura complessa di malattie infettive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento