Storia di Terni. La riscoperta del Teatro Trianon: “Ora un progetto di recupero che coinvolga l’attuale proprietà”

Dalle prime foto circolate sui gruppi social fino al recupero delle informazioni necessarie per la caratterizzazione dell’edificio situato in viale Trevi

foto di repertorio

Un grande oceano sul quale poter attingere notizie preziose. Il mondo del web – se utilizzato con raziocinio – può apportare notevoli benefici ai suoi fruitori. La riscoperta del Teatro Trianon, situato in via Trevi, può essere ascritta anche alla catena scaturita dalle condivisioni, sui vari gruppi social, che caratterizzano la città. Il capogruppo di Terni Civica, Michele Rossi, annuncia di volersi attivare per presentare un progetto di recupero, che coinvolga la proprietà dell’edificio.

Curiosità e storia sono due elementi che spesso vanno di pari passo. La riscoperta del Trianon nasce dall’intuizione di una dipendente comunale. Alcune foto scattate vengono fornite a Rossi che coinvolge Giampaolo Di Emilio (storico appassionato di teatri). Si passa per l'ingegner Giuseppe Belli, memoria di questa città, finché la vicenda sbarca sui social con l'appello di Maurizio Catanzani, nei vari gruppi interessati alla città. Cresce la curiosità, generando commenti e ricordi. Si mettono in moto anche nuovi ricercatori ovvero Piergiorgio Bonomi, Luca Paccara e Onella Fattorini.

All’interno del libro La Rocca di San Zenone e le Terre Arnolfe di Rolando Teofoli sono contenuti dei passaggi fondamentali per capire l’evoluzione della struttura. L’idea nacque, alla fine della prima guerra mondiale, da un gruppo di giovani che decisero di formare una filodrammatica. Venne messa in scena ‘La Contessa’ che ebbe un successo strepitoso – come scritto nel testo – provato “dalle repliche richieste più volte dalla gente dei paesi e casolari vicini. L'incasso fu devoluto a beneficio della scuola. Tale fu l'entusiasmo tra tutta la popolazione del Borgo che si formò una società di benestanti per la costruzione di un locale nuovo per le recite; nacque così il Teatro Trianon, ad opera di muratori e manovali del luogo, che si servirono di materiali e calce del posto. Nel nuovo teatro accorrevano spettatori da ogni parte, la domenica, compresi molti amici di Terni”. Il teatro è stato dedicato a Trianon Viviani.

La riflessione di Michele Rossi

“La mobilitazione web che c'è stata volta a scoprire la storia di quel luogo, ci incoraggia a continuare ad esplorare il locale patrimonio culturale ed è da esempio ai giovani che in futuro ne dovranno essere custodi e guardiani”. Anche per questo motivo il capogruppo di Terni Civica ha annunciato di volersi attivare per un progetto di recupero, andando a coinvolgere l’attuale proprietà dell’edificio.

WhatsApp Image 2020-11-07 at 12.48.17 (1)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

Torna su
TerniToday è in caricamento