Tecnologia, la ternana Lucia Di Masso e l’orvietana Katia Sagrafena tra le 50 italiane più influenti

Il ceo di Serm Srl e la direttrice generale di Vetyra Spa sono nella lista della prima edizione di Inspiring Fifty Italia. Ecco i loro profili

Lucia di Masso

Donne e innovazione, un binomio sempre più di successo. È per questo che nasce l’iniziativa Inspiring Fifty che, dopo numerose edizioni in Europa e nel mondo, approda quest’anno per la prima volta anche in Italia con lo scopo di individuare e valorizzare le eccellenze al femminile.

Sostenuta da Microsoft Italia, dal quotidiano La Repubblica e da Klecha & Co., una giuria composta da personalità di spicco del mondo imprenditoriale, del business e dell’accademia ha scelto su 200 candidature tra imprenditrici, top manager di azienda, influencer, ricercatrici ed esponenti delle istituzioni, le 50 donne da presentare come “role model” e fonte di ispirazione.

Nominate lo scorso 3 dicembre, nella lista delle 50 donne italiane più influenti nel campo della tecnologia ci sono anche loro, la ternana Lucia Di Masso e l’orvietana Katia Sagrafena.

Ecco chi è Lucia Di Masso

Lucia di Masso è la co-fondatrice e ceo di Serms Srl, azienda di Terni che sviluppa servizi per testare materiali e componenti nell'ambiente spaziale. Serms è una società costituitasi nel 2004 come spin-off dell'Università degli Studi di Perugia con l’idea utilizzare, a livello imprenditoriale ed in contesti innovativi, le competenze acquisite nel settore del Testing & Design per gli esperimenti scientifici dedicati allo studio della Fisica Fondamentale nello Spazio.

Prima di co-fondare Serms Srl, Lucia ha conseguito la laurea magistrale in fisica presso l'Università di Perugia. La sua visione ha aiutato Serms a ottenere riconoscimenti e a stringere partnership con aziende e organizzazioni nazionali e internazionali di primo piano.

Ecco chi è Katia Sagrafena

Katia Sagrafena è la co-fondatrice e direttrice generale di Vetrya Spa, gruppo leader internazionale quotato in borsa con società in Asia, Stati Uniti, Brasile e Spagna.

Katia Sagrafena-2

Vetrya sviluppa servizi e soluzioni digitali e opera nel settore dei media digitali, dei dispositivi mobili, della pubblicità, dell'intrattenimento, della pubblicità online, di internet e della televisione, facendo dell'innovazione tecnologica il suo punto di forza.

Nel 2017, con il marito Luca Tomassini, ha creato una fondazione chiamata "Fondazione Luca e Katia Tomassini" per ispirare e far conoscere i giovani al mondo digitale.

Vetrya e la Fondazione Luca e Katia Tomassini hanno il loro quartier generale nel campus aziendale di Vetrya, inaugurato nel 2014. È stata così fondata un'azienda straordinaria nella cultura digitale e nel benessere aziendale, facendone l'azienda più innovativa secondo il Great Place to Work for Innovation nel 2018 in Italia ed è uno dei migliori posti in cui lavorare in Italia per le donne e i millennial.

Katia è stata anche premiata per la sua dedizione all'uguaglianza di genere molte volte, ad esempio il Premio Marisa Bellisario e il Women Value Company Award.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Coop contribuisce a combattere il Coronavirus: “Abbassato il prezzo delle mascherine chirurgiche in vendita nei negozi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento