Attualità

Ternana, possibile promozione in ‘zona rossa’. Confronto istituzionale e conferma: nessun margine dal Dpcm

Le normative sono chiare: vietati gli spostamenti se non per comprovate esigenze per motivi di lavoro, salute o situazioni di necessità

foto di repertorio

Un solo punto separa la Ternana dalla matematica promozione in Serie B. Dopo aver rimandato la festa, a causa della vittoria ottenuta dall’Avellino sulla Virtus Francavilla, i rossoverdi si preparano ad ospitare gli irpini, nel confronto diretto programmato sabato 3 aprile. Una data che corrisponde alle limitazioni ulteriori previste dalla zona rossa e non consente gli spostamenti, se non per comprovate esigenze.

A questo punto la domanda è d’obbligo. Se dovesse arrivare la promozione? Se lo chiedono tanti tifosi che aspettano con trepidazione l’evento in programma sabato. A seguito del confronto intercorso tra il Questore ed il sindaco Latini è stata confermata l’impossibilità di poter ipotizzare alcun tipo di festeggiamento. Non è infatti prevista alcuna deroga al decreto che prevede la zona rossa, anche in data sabato 3 aprile. I tifosi rossoverdi dovranno dunque attendere tempi migliori. L’amministrazione infatti vorrebbe programmare una festa quando le condizioni sanitarie lo consentiranno. Ricordiamo che sono vietati gli spostamenti se non per comprovate esigenze legate a motivi di lavoro, salute o situazioni di necessità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, possibile promozione in ‘zona rossa’. Confronto istituzionale e conferma: nessun margine dal Dpcm

TerniToday è in caricamento