rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Ternana Padel, il debutto assoluto in Serie B: “Siamo gli unici umbri. Abbiamo quasi mille iscritti tra amatori ed agonisti”

Il racconto degli esponenti del circolo ed i segreti del successo: “In questo sport la testa è più importante del braccio”. A metà maggio l’atteso esordio nella categoria cadetta

Un fenomeno in grande espansione. Lo sport del padel coinvolge ed appassiona, consentendo a migliaia di praticanti, anche in città, di potersi dedicare a tale disciplina. Il 9 giugno 2017 è stato inaugurato il circolo della Ternana Padel, nella zona semiperiferica del capoluogo. Un progetto nato e concepito: “Da cinque amici che giocavano e cercavano un posto per costruire dei campi” esordiscono alla nostra redazione di www.ternitoday.it gli esponenti del club.

Il passaggio seguente: “Abbiamo chiesto alla Tonic gli spazi per dar vita ai terreni. Inizialmente erano due scoperti. Poi tre coperti e due ulteriori verranno costruiti”. Un numero sempre in aumento di appassionati: “Ne computiamo un migliaio tra amatori e agonisti. Inoltre circa 70 bambini, dagli otto anni in su. La fascia principale è indicabile tra i 35 e 50 anni età. Inoltre la presenza femminile si aggira attorno al 40%. Tre gli istruttori ed un maestro nazionale che è anche capitano della squadra, appena ripescata in Serie B, ossia Cesare Leone Novelli”.

Come viene organizzata l’attività settimanale: “Corsi e lezioni alla mattina. Nel primo pomeriggio concentriamo le nostre energie sui ragazzi del minipadel e della scuola padel. Dalle 17 alle 24 invece i campi sono a disposizione dei soci i quali giocano tra di loro. Nell’arco dell’anno ci sono diversi tornei nonché campionati i quali ci vedono ai nastri di partenza. Abbiamo due compagini di Serie D, una militante in C ed una nella serie cadetta. Inoltre partecipiamo al campionato Msp con quattro squadre”.

I segreti del padel: “Uno sport facile, divertente ed aggregante. A seconda del livello interpretato e praticato aumenta il gradiente di fatica e difficoltà. Per quello amatoriale va bene la partitella ma nell’agonistica è necessaria una preparazione di base fisica. Pertanto i nostri ragazzi vengono seguiti da personal tranier della palestra”.

Una disciplina non solo per grandi: “Inizialmente contavamo quindici giovani, di età compresa tra otto e diciotto anni, poi aumentati a circa settanta. I bimbi del mini-padel vengono indirizzati verso l’insegnamento delle regole, oltre naturalmente ad impugnare bene la racchetta e fare i colpi propedeutici al gioco. Dai 12 ai 18 anni c’è il progetto della Nextgen dove vengono guidati per la parte tecnica in campo, una preparazione fisica e una mentale con il mental coach. Tutto ciò è necessario, poiché questo è uno sport dove la testa è più importante del braccio”.

Una grande evoluzione: “Siamo partiti quasi per gioco. A Terni si contavano circa un centinaio di appassionati, con 2-3 strutture a disposizione. Oggi è talmente evoluto che, solo la provincia, computa 40 strutture. Ci siamo adeguati alle esigenze che, anno dopo anno, mutano ed emergono dal mercato. I primi tempi anche sotto la pioggia veniva praticato tale sport. Adesso si cerca il campo asciutto, un tappeto ideale, palline e racchette nuove. I tappetti verranno tutti sostituiti con la fornitura dei nuovi terreni i quali a breve costruiremo”.

Una recente e grande soddisfazione per la Ternana Padel. Il club infatti parteciperà al prossimo torneo di Serie B con l’ambizione di salvare la categoria. “La rincorsa parte nel 2018 con il primo campionato di Serie D Umbria-Marche, il quale ci vide vincenti in una fase interprovinciale” sottolinea capitan Cesare Leone Novelli. “In quella nazionale sconfiggemmo Catania e Padova, per poi approdare in Serie C, prima volta assoluta per una squadra umbra. Al terzo anno, dopo due stagioni sicuramente positive, siamo riusciti a centrare gli spareggi del post season. Abbiamo vinto una prima partita contro Roma e perso la finale con Milano, dove in campo c’erano Roberta Vinci, Daniele Cattaneo ossia atleti di primissimo livello”.

La possibilità del ripescaggio: “Ci è stata chiesta disponibilità ed abbiamo accettato la sfida, a mercato chiuso. Siamo riusciti ad attingere solo da quello estero. Il torneo inizierà il 15 maggio – sottolinea il capitano – fino alla metà di luglio. Nella fascia del centro Italia siamo presenti noi, San Benedetto e Roma. Sono complessivamente sedici le partecipanti, suddivise in quattro gironi con sfide di andata e ritorno. La prima e seconda classificata disputeranno i play off, la terza manterrà la categoria e la quarta retrocede”. La squadra è così composta: Cesare Leone Novelli (capitano), Tommaso Mazzoli, Leonardo Onofri, Riccardo Nonni, Luca Brunetti, Gianluca Bazzica, Daniel Luengo, Marco Baglioni. Per le ragazze Francesca Traccheggiani, Giorgia Rosi, Claudia Onofri e Mireia Herrada Ruiz.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana Padel, il debutto assoluto in Serie B: “Siamo gli unici umbri. Abbiamo quasi mille iscritti tra amatori ed agonisti”

TerniToday è in caricamento