rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità

Ternana, Paolo Tagliavento: “Ho seguito le Fere con la sciarpa al collo. Ho la grande opportunità di rappresentare la società”

Il vicepresidente delle Fere: “Vivo con tanto cuore questa esperienza professionale. Società modello da un punto di vista del sociale con tantissime iniziative messe in campo”

Un anno da ricordare, nonostante l’emergenza sanitaria che purtroppo non ha consentito ai tifosi della Ternana di vivere appieno la cavalcata trionfale. Una promozione cadetta, conquistata a suon di record, e la vittoria della Supercoppa, a cospetto di Como e soprattutto Perugia. Il vicepresidente Paolo Tagliavento analizza il 2021 delle Fere. “Lo dividerei in due fasi. La grande gioia dettata da un campionato vinto con estremo merito. Inoltre i tanti primati ottenuti riuscendo a conquistare tutto quello che si poteva. Per il ritorno in Serie B dopo un inizio faticoso ci siamo ripresi. Tuttavia tra un paio di mesi scopriremo se dovremo guardarci alle spalle oppure magari proiettarci in alto”.

Le gare indimenticabili che hanno contraddistinto il 2021: “Sicuramente Ternana-Bari con il gol all’ultimo minuto di Marino Defendi. Non ha garantito il pass matematico per la promozione ma dispensato ulteriore consapevolezza nei nostri mezzi. Ricordo con particolare piacere quella giornata. Naturalmente anche il successo in Supercoppa, coinciso con il mio primo derby da dirigente. Il debutto in Serie B ed una serie di partite importanti per il nostro percorso”. L’impegno della società Ternana calcio è molteplice poiché si allarga ad altri aspetti, non meno importanti di quello puramente sportivo. “Siamo un modello da punto di vista del sociale. È la continuità delle iniziative che fa la differenza”.

Come è noto infatti Paolo Tagliavento è il presidente dell’associazione ‘Terni col Cuore’ diventata un punto di riferimento per tutto il territorio: “A livello di iniziative natalizie siamo partiti lo scorso 8 dicembre, distribuendo buoni regalo da 150 euro per 100 bambini. Abbiamo consegnato altrettanti pacchi alimentari a decine di famiglie. A tal proposito ringrazio l’azienda Avicola Ternana, la pasticceria Tini, Interpan e Santangelo. Senza dimenticare l’evento del giorno di Natale con il vescovo, dell’ultimo dell’anno all’interno del quale porteremo il cenone a tutte le Case famiglia. Infine l’Epifania dove consegneremo dei doni al reparto pediatria, dell’ospedale Santa Maria”.

Centro Sportivo e stadio Liberati-clinica privata due progetti per guardare al futuro con lungimiranza: “Un segnale ulteriore da dare al territorio, poiché l’obiettivo del presidente e della società è quello di radicarsi. La programmazione è una componente fondamentale se ci sono delle infrastrutture adeguate. Ad esempio il Centro Sportivo è importantissimo. Dopo la determina dirigenziale è andato a procedura Vas alla Regione. Ci sono 45 giorni per la valutazione ed il ritorno. A quel punto il consiglio comunale potrà pronunciarsi nel merito e se avremo il via libera, sarà possibile stipulare il contratto”. Naturalmente il progetto della possibile realizzazione della clinica privata ed il restyling del Liberati: “Entro la fine dell’anno, massimo inizio prossimo presenteremo il definitivo in Regione”.

Un parere autorevole sul derby con focus sull’episodio contestato, relativo alla massima punizione non concessa dall’internazionale Guida, nei minuti di recupero: “Mi lascia estremamente con l’amaro in bocca. Posso accettare il fatto che non venga accordato il rigore. Tuttavia ne ho visti assegnare altrettanti con dinamiche molto simili”. Infine l’aspetto prettamente sentimentale che lega Paolo Tagliavento alla nostra città: “Vivo con tanto cuore questa esperienza professionale. Ho seguito la Ternana da tifoso, con la sciarpa al collo ed ora ho la grande opportunità di poterla rappresentare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, Paolo Tagliavento: “Ho seguito le Fere con la sciarpa al collo. Ho la grande opportunità di rappresentare la società”

TerniToday è in caricamento