Attualità

Ternana, progetto Liberati. Incontro in sede con i capigruppo di maggioranza: “Rimarcata la legittimità dell’operazione”

I capigruppo Federico Brizi (Lega), Maurizio Cecconelli (Fratelli d’Italia), Lucia Dominici (Forza Italia) e Michele Rossi (Terni Civica) hanno incontrato il vicepresidente Tagliavento e il project manager Anibaldi

foto Giacomo Sirchia

Il primo appuntamento calendarizzato, è andato in archivio. Nella sede via della Bardesca il vice presidente della Ternana Paolo Tagliavento ed il project manager Sergio Anibaldi hanno incontrato i capigruppo della maggioranza Federico Brizi (Lega), Maurizio Cecconelli (Fratelli d’Italia), Lucia Dominici (Forza Italia) e Michele Rossi (Terni Civica). Venerdì 12 marzo sono previsti gli altri incontri per spiegare i dettagli del progetto Liberati, legato allo studio di fattibilità presentato nelle scorse settimane.

“E’ stato un incontro lungo e corposo", esordisce Lucia Dominici. “Si sono soffermati sugli aspetti tecnici e normativi. A tal proposito ho apprezzato moltissimo, soprattutto perché hanno voluto rimarcare la legittimità dell’operazione, anche in ottica dell’applicazione di un criterio di massima trasparenza. Da parte nostra abbiamo chiesto delle delucidazioni, ampiamente fornite. Questo è un progetto per la città, una vera e propria rivoluzione culturale, sportiva, economica e sanitaria. Se pensiamo al possibile indotto generato è davvero sensazionale. Mi auguro – rimarca il capogruppo di Forza Italia - che non vi siano strumentalizzazioni. Il percorso è molto complicato poiché ci sono aspetti – soprattutto tecnici – sui quali soffermarsi”.

Successivamente Maurizio Cecconelli aggiunge: “Ci hanno illustrato il progetto da un punto di vista tecnico/normativo, andando a spiegare il percorso compiuto, conformandosi a criteri di legittimità e trasparenza. Tuttavia il tema va approfondito. Emerge sicuramente che lo studio è stato fatto in maniera scrupolosa e trasparente. L’impressione è positiva, certo naturalmente ora saranno necessari tutti i pareri, oltre attendere gli step previsti per l’eventuale realizzazione dell’opera. Sicuramente è di alto livello, studiata sotto tutti i punti di vista per la viabilità, infrastrutture e mobilità. Una vera e propria rivoluzione in ottica di smart city. Rimetterebbe in movimento l’economia – sottolinea il capogruppo di Fratelli d’Italia - anche grazie alla previsione di nuovi posti di lavoro. Il messaggio è chiaro: questa infrastruttura sarebbe un valore aggiunto per la città. Auspicano un coinvolgimento totale della comunità”.

Infine Michele Rossi: “Ringrazio per il tempo che ci è stato dedicato. Ci sono stati illustrati i riferimenti normativi di tale operazione nonché le soluzioni funzionali ed architettoniche studiate per il giusto inserimento dell’opera. Su un progetto così importante la condivisione lo è altrettanto. Perchè va compreso che un nuovo stadio moderno, funzionale, accogliente non è solo per i tifosi ma è elemento di sviluppo sociale ed economico per la città intera. Confrontarsi sul tema – conclude il consigliere di Terni Civica - è ragionare su una visione di sviluppo ed è già di per sé affascinante e stimolante ma lo è ancora di più in questo difficile momento storico, carica di speranza il futuro di questa nostra città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, progetto Liberati. Incontro in sede con i capigruppo di maggioranza: “Rimarcata la legittimità dell’operazione”

TerniToday è in caricamento