Terni al centro dell'interesse artistico nazionale e internazionale con 'Immaginaria': 5.000 visitatori in meno di tre mesi

Bilancio super per la mostra organizzata dalla Fondazione Carit, un grande panorama di artisti e di opere che hanno in gran parte costituito l'ossatura dell'arte italiana degli ultimi settanta anni

Un successo oltre ogni aspettativa per la mostra "Immaginaria - Logiche d'arte in Italia dal 1949" promossa e finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni allestita a palazzo Montani Leoni. La mostra ha registrato, dal 20 dicembre alla fine di febbraio 2020, oltre 5.000 visitatori. L’esposizione è stata curata da Bruno Corà, coadiuvato da un comitato scientifico in cui sono attivi e partecipi il presidente Luigi Carlini, il vice presidente Ulrico Dragoni, il segretario generale Anna Ciccarelli, Rosario Salvato e Tiziano Sarteanesi.

“Nel bilancio dell'iniziativa – si legge in una nota della Fondazione Carit - tre sono i punti distintivi emersi dalla mostra. Il primo riguarda l'attivazione di una polarità qual è quella della città di Terni che torna a riproporsi come luogo la cui comunità civica e alcune istituzioni benemerite mostrano intenso interesse per le arti visive e in generale viva sensibilità per le attività culturali da loro stesse promosse nel proprio territorio. Il secondo punto, non meno importante, riguarda la concezione della mostra la cui tesi critica fa chiarezza sull'origine delle tensioni artistiche individuata nella logica espressa da singoli artisti o da gruppi che hanno agito creativamente, guidati da un preciso movente estetico-poetico. Il terzo punto, infine, riguarda l'offerta non certo frequente di un panorama di artisti e di opere che hanno in gran parte costituito l'ossatura dell'arte italiana degli ultimi settanta anni. È il caso di ricordare che nella mostra sono stati esposti 'masterpieces' di Cagli, Burri, Capogrossi, Fontana, Afro, Mirko, Vedova, Dorazio, Leoncillo, Accardi, Colla, Mannucci, Guttuso, Morlotti, Manzoni, Castellani, Lo Savio, Uncini, Nuvolo, Nigro, Turcato, Novelli, Schifano, Kounellis, Merz, Boetti, Fabro, Melotti, Spagnulo, Agnetti, De Dominicis e numerosi altri rappresentati da oltre sessanta opere. 

L'evento, oltre ad avere messo il visitatore di fronte ad un ampio panorama dell'arte italiana moderna e contemporanea, ha disegnato percorsi e tendenze secondo uno sviluppo cronologico, fornendo una pubblicazione appositamente concepita quale strumento in cui, nel saggio critico del curatore, si sono evidenziati i criteri e le ripartizioni attuate poi nell'allestimento delle opere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'esito di questa iniziativa configura la Fondazione Carit come una entità in grado di dialogare con altre istituzioni pubbliche e private nella produzione di eventi culturali ed artistici di respiro nazionale ed europeo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento