menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La ex Fabbrica d'armi

La ex Fabbrica d'armi

Fabbrica d'armi, atto bipartisan in Consiglio: "Presidio da tutelare"

Documento congiunto di FdI e Pd per chiedere un tavolo tecnico con Regione e ministero della Difesa

La difesa del Polo di mantenimento delle armi leggere non ha colore. Passa all'unanimità in terza commissione consiliare l'atto di indirizzo congiunto promosso da Fdi e Pd per chiedere che venga promosso con urgenza un tavolo tecnico con rappresentanti del Comune di Terni, della Regione, del ministero della Difesa, del Polo di mantenimento, dei lavoratori affinché venga garantita la continuità e la permanenza stessa della ex Fabbrica d'armi.

Favorevoli anche i 5 Stelle che attraverso il capogruppo Luca Simonetti hanno auspicato anche il sopralluogo a Terni del ministro Elisabetta Trenta. “Questo atto - ha detto Maurizio Cecconelli di FdI - vuole accelerare la risposta alla nota criticità di carenza di personale ed evitare la chiusura del polo". “Riconosciamo che il polo rappresenta un’eccellenza a livello nazionale - commenta il capogruppo della Lega, Cristiano Ceccotti - ringraziamo i colleghi che hanno sollevato una questione così importante”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento