rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità

Terni, canone concordato e affitti case: “Il mercato stenta a decollare. In dieci anni perse 5mila persone in città”

Associazioni e sindacati sull’accordo siglato: “L’obiettivo è venire incontro alle esigenze delle famiglie”. Sulla questione utilizzo nel settore commerciale: “Potrebbe calmierare diverse situazioni pesanti”

Siglato oggi dalle associazioni della proprietà (Asppi, Ape, Appc, Confappi, Uppi) e dai sindacati degli inquilini (Sunia, Sicet, Uniat, Unione inquilini, Federcasa) l’accordo sui canoni concordati nel mercato delle locazioni a uso abitativo nel territorio comunale di Terni. L’accordo è stato depositato al Comune ed entrerà in vigore già dalla giornata di domani. 

“Il mercato della locazione abitativa a Terni - ha dichiarato Mauro Cingolani, presidente Asppi - è figlia di un mercato che stenta a decollare, collegata alla situazione generale della città, che ha perduto in dieci anni ben 5mila persone. Quindi è un mercato statico”. 

Matteo Lattanzi, segretario provinciale del Sunia di terni, ha poi sottolineato: “Intendiamo allargare l’utilizzo del canone concordato per venire incontro all’esigenze delle famiglie che si trovano in condizioni precarie, tutto per un diritto fondamentale come quello della casa. Chiediamo al Comune di farsi garante perché questo è l’accordo siglato”. 

A prendere la parola, dunque, è proprio l’assessore comunale Giovanni Maggi: “L’accordo garantisce sia ai proprietari che agli inquilini di avere della agevolazioni di carattere fiscale che permettono di calmierare i prezzi a vantaggio di una città che è in crisi economica dopo il Covid e dopo una flessione degli ultimi anni”. 

Estendendo il discorso del canone concordato anche a uso commerciale Mario Giangiuli, presidente provinciale Appc, ha risposto: “Sarebbe un calmiere per delle situazioni che stanno quasi fuori mercato. In pratica, il canone concordato sarebbe per tutti una buona cosa, sia per le abitazioni che nel commerciale, dove la situazione mercato è ancora più pesante”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, canone concordato e affitti case: “Il mercato stenta a decollare. In dieci anni perse 5mila persone in città”

TerniToday è in caricamento