Santa Maria Maddalena, il cantiere è ancora un miraggio: pugno duro del Comune di Terni

Troppi ritardi, estromessa l’azienda che doveva eseguire i lavori e individuata una nuova ditta. L’assessore Melasecche: hanno solo pochi giorni per iniziare l’intervento, i cittadini sono stanchi

Questa bretella s’ha da fare. Il Comune di Terni sfodera il pugno duro sul cantiere di via Urbinati/Santa Maria Maddalena: “Siamo stanchi di aspettare e i cittadini sono ancora più stanchi di noi”.

Dopo anni di impasse, l’ufficio tecnico di Palazzo Spada ha sollecitato la ditta incaricata di effettuare i lavori, intimando lo sblocco del cantiere. La situazione non è però cambiata e dunque la ditta è stata estromessa dall’appalto.

“Abbiamo incassato anche la fideiussione di oltre 200.000 euro – ricostruisce l’assessore ai lavori pubblici, Enrico Melasecche - per cui abbiamo a disposizione somme sufficienti per completare l’opera, considerato anche un consistente ribasso d’asta. Una procedura tutt’altro che semplice, ma abbiamo fatto semplicemente il nostro dovere”.

Con i soldi in tasca, adesso il problema è però individuare una nuova ditta. “Dopo aver interpellato via via tutte le imprese in graduatoria – spiega ancora Melasecche - è rimasta l’ultima, ternana, che dopo aver firmato il contratto avrebbe da tempo dovuto iniziare i lavori. Così almeno ci era stato assicurato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa che però non si è verificata. “Poiché siamo stanchi di aspettare, anche perché i cittadini sono stanchi ancor di più, dopo tanti, troppi anni, provvederemo entro poche ore ad intimare l’inizio del cantiere dando alcuni giorni per provvedere. Poi procederemo, senza alcuna remora, come è nei poteri di una pubblica amministrazione seria. In caso di inadempienza incamerando anche questa seconda fideiussione. Siamo un’amministrazione che rispetta le imprese, anche e soprattutto quelle ternane, ma noi rispondiamo solo e soltanto ai cittadini e agli interessi generali della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Coop contribuisce a combattere il Coronavirus: “Abbassato il prezzo delle mascherine chirurgiche in vendita nei negozi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento