I guai dei pendolari mettono d'accordo il consiglio comunale

Approvato all'unanimità un atto di indirizzo che chiede alla Regione di non introdurre l'Isee per la Carta Tutto Treno e garantire collegamenti adeguati tra Terni e Roma

I pendolari chiedono collegamenti adeguati con Roma

No all'introduzione dell'Isee per la Carta Tutto Treno e collegamenti ferroviari adeguati Terni-Roma, così i pendolari mettono d'accordo il consiglio comunale. Approvato all'unanimità un atto di indirizzo che ha riunito e riassunto i vari documenti proposti dalle forze politiche sul tema che domani l'assessore regionale ai Trasporti, Giuseppe Chianella, porterà in discussione nella Consulta dei consumatori.

Per l'assemblea di palazzo Spada la tariffa applicata per la Carta Tutto Treno "ha subito aumenti non parametrati al servizio offerto. Il territorio della nostra provincia, a causa di una politica regionale non più attenta alle esigenze dei cittadini, sta continuando ad essere penalizzato”.

L’atto, dunque,  impegna la Giunta e il sindaco "ad adottare iniziative al fine di migliorare la situazione logistica delle migliaia di pendolari ternani che si recano a Roma e ad attivarsi con la regione affinchè siano destinati ai collegamenti ferroviari Terni-Roma adeguati a garantire un numero congruo di corse e servizi di qualità, a richiedere alla Regione di garantire uno stanziamento di fondi adeguati per il mantenimento della Carta Tutto Treno, a ribadire la netta contrarietà della proporzionalità del costo della Carta alla dichiarazione Isee degli utenti e a convocare urgentemente un tavolo con l’assessore regionale ai Trasporti, le associazioni di categoria rappresentative”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Oggi tutti i gruppi consigliari di minoranza e di maggioranza - commentano il presidente Francesco Ferranti e i vice Devid Maggiora e Patrizia Braghiroli - hanno dato dimostrazione di alto senso di responsabilità e di attuazione trasversale per le problematiche e le difficoltà che interessano il nostro territorio e in questo caso migliaia di pendolari. Esprimiamo un ringraziamento a tutte le forze politiche, tutti i gruppi consilliari hanno ritirato i propri atti di indirizzo ed emendamenti, lavorando e redigendo un unico atto di indirizzo politico che la giunta utilizzerà da subito per intervenire con decisione sulla Regione dell’Umbria, richiedendo l’immediata apertura di un tavolo alla presenza delle associazioni di categoria interessate e dei capigruppo del consiglio comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento