menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polemiche sul cimitero per gli animali

Polemiche sul cimitero per gli animali

Cimitero per cani e gatti, i Cinque stelle: no ai privati

Il M5S presenterà in consiglio comunale un emendamento per chiedere la gestione diretta del Comune: "Moralmente inaccettabile che da questo servizio qualcuno tragga profitto"

No all'affidamento a privati della gestione del futuro cimitero per animali d'affezione. La presa di posizione arriva dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Terni dopo l'approvazione in seconda commissione dell'integrazione al regolamento comunale che ora prevede anche la realizzazione di un luogo idoneo alla sepoltura e alla cremazione di cani e gatti. Già nel corso della discussione in commissione i pentastellati avevano presentato un emendamento - bocciato dalla commissione - che oltre a questo contemplava la proposta di impegnare il gestore a piantare un’essenza arborea nel cimitero per ogni spoglia sepolta. 

L'emendamento sarà ora riproposto in consiglio comunale con l'obiettivo di modificare il regolamento "affinché sia consentita solo una gestione diretta da parte del Comune". "I motivi sono, a nostro avviso, chiari nelle coscienze di tutti - affermano i grillini - riteniamo moralmente inaccettabile per un servizio simile la trazione di profitti da parte del privato e abbiamo inoltre sottolineato criticità anche sotto il profilo igienico-sanitario e di salute ambientale. È fondamentale che il cimitero per piccoli animali e l'eventuale impianto di cremazione siano uno solo, per tutti e di tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento