menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Anche cani e gatti a Terni avranno un cimitero

Anche cani e gatti a Terni avranno un cimitero

Arriva anche a Terni il cimitero per cani e gatti

Via libera della seconda commissione consiliare alla proposta emendata con il parere della Asl. Controlli sugli animali, proteste all'Enpa

Un cimitero per cani e gatti. Presto gli amanti degli animali anche a Terni potrebbero avere un luogo dove poter seppellire e ricordare i loro "compagni" di vita. La seconda commissione consiliare di palazzo Spada ha infatti approvato all'unanimità questa mattina l'integrazione al "Regolamento per la tutela e la difesa degli animali" introducendo le norme per il funzionamento e la gestione del cimitero per animali d'affezione.

Si tratta di un atto sul quale la commissione aveva cominciato a lavorare già nella precedente consiliatura per iniziativa del consigliere del Pd, Francesco Filipponi, ma l'iter era stato sospeso in attesa del necessario parere dell'Asl Umbria 2 che ora è stato recepito e ha modificato alcuni passaggi del testo. Il documento regola gli ambiti di competenza tra Comune e azienda sanitaria, cui spetteranno i controlli sanitari sulla struttura, e individua i compiti e i servizi che potranno essere offerti dal gestore da individuare. Il cimiter per animali d'affezione potrà essere affidato a privati o associazioni di privati. Unitamente alle fosse di seppellimento è prevista anche la realizzazione di  un impianto di incenerimento a bassa capacità per la cremazione degli animali. L'atto ora dovrà essere discusso in consiglio comunale per la definitiva approvazione.

Al momento resta in piedi l'ipotesi di realizzare il cimitero per gli animali di affezione in un terreno agricolo di proprietà comunale nella zona della Romita. In città già da tempo sono peraltro attivi servizi privati che si occupano del "funerale" di cani e gatti con la sepoltura in luoghi autorizzati o la cremazione e la restituzione di un'urna che il proprietario poi porta con sé a casa. Il costo dell'ultimo saluto a Fido o Micio può variare dai 100 ai 500 euro a seconda della taglia dell'animale e della qualità dell'urna scelta.

Proteste per i controlli

Intanto sono partiti, come annunciato dall'amministrazione, i controlli sul rispetto del regolamento comunale affidati alle associazioni di volontari che si sono "spartite" la città per le verifiche sul corretto comportamento degli animali e dei loro padroni. E non mancano le proteste. "Riceviamo numerose telefonate da cittadini che protestano per i controlli che vengono effettuati sui loro cani - segnalano dall'Enpa - ci teniamo a chiarire che non sono le nostre guardie zoofile a fare questi controlli ma altre associazioni con le quali il Comune ha stipulato convenzioni.L'Enpa non ha firmato alcuna convenzione - precisa - e si occupa delle segnalazioni relative a maltrattamenti di animali.Abbiamo il lettore di chip e con quello verifichiamo la presenza dell'iscrizione del cane all'Anagrafe regionale. Da sempre il nostro impegno è mirato a migliorare le condizioni di vita degli animali e a promuovere un rapporto di collaborazione con i proprietari, privilegiando il dialogo e l'informazione all'attività sanzionatoria". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento