Terni, cinque milioni in cinque anni per le strade della città

Entro poche settimane sarà avviato il Piano degli interventi 2019-2023

Interventi dal Nord al Sud della città per riqualificare le strade di Terni, dall’asfalto alle pavimentazioni pregiate, passando per marciapiedi e guard-rail. Interventi significativi che costeranno cinque milioni di euro in cinque anni.
I lavori del Piano quinquennale delle strade saranno avviati entro poche settimane, come evidenzia l'assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati: “Nonostante l'emergenza sanitaria in atto, siamo perfettamente in linea con il cronoprogramma che abbiamo adottato e che prevede la realizzazione di opere di manutenzione straordinaria e recupero funzionale delle strade e delle pertinenze per una somma complessiva di 5.000.000 di euro ripartiti sull’intero quinquennio".

Sono sostanzialmente concluse le procedure di affidamento per i primi tre appalti e sono state aggiudicate con rilevanti ribassi percentuali. Le ditte che hanno vinto la gara sono: Giacchini S.r.l., Forti Costruzioni S.r.l., Edil.Ma.Co. 2.Così come previsto da Piano quinquennale ogni anno verranno realizzate opere da affidare tramite quattro separate procedure di appalto: strade ricadenti nella zona Nord, strade nella zona Sud, strade e pertinenze con pavimentazione di pregio, adeguamento/sostituzione di barriere di ritenuta laterale (guard-rail).

Ecco tutte le strade coinvolte

Le strade che beneficeranno degli interventi prioritari sono quelle della zona Nord da via Rosselli, via Romagna ed un breve tratto di via Tre Venezie “dove – fanno sapere dall’ufficio tecnico – condizioni dei manti di questa importante arteria stradale, non consentono di sopportare oltre modo l’intenso traffico che la caratterizza. Si proseguirà poi con la viabilità di accesso ed uscita al piazzale Caduti di Montelugo (ingresso cimitero) ed ancora con le viabilità previste dal piano.

Nella zona sud i lavori prenderanno il via da strada di Poscargano, strada di Selvoni e Strada di Porcivalle per dare finalmente un concreto riscontro e soluzione alle criticità viarie di questo esteso contesto sub-urbano e rurale. Seguiranno poi alcuni interventi in via Ippocrate e nelle strade programmate.

Altri lavori riguardano le pavimentazioni pregiate: i marciapiedi di via del Plebiscito e via Beccaria, saranno i primi coinvolti dalle opere. Seguiranno poi le vie limitrofe per dare seguito e all’idea di riqualificazione dei camminamenti del centro cittadino avviata già con i recentissimi lavori sui marciapiedi di via Beccaria (lato ex palazzo Sanità) e del tratto finale di via Primo Maggio.

Infine si interverrà anche sulle “barriere di ritenuta laterale”: a procedure di affidamento concluse, si darà avvio alle opere partendo dalle sedi stradali comunali dei centri minori periferici molto spesso caratterizzate da guard-rail vetusti e non più consoni.

“Abbiamo coinvolto i soggetti – evidenzia l’assessore Salvati – che a vario titolo hanno eseguito opere di scavo e posa di infrastrutture a rete sulle strade oggetto di appalto, per coordinare i lavori di competenza comunale con quelli inerenti agli obblighi di ripristino dei suoli manomessi. Oltre ad Open Fiber anche Asm Terni e la società del servizio idrico Sii. Questo ci garantisce di ottenere un’esecuzione contemporanea ed una maggiore efficacia degli interventi".
Oltre all’attività del PQS19-23 gli uffici dell’amministrazione stanno anche lavorando per la manutenzione ordinaria che è garantita dagli accordi quadro e sfruttando le risorse di bilancio corrente appositamente destinate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento