Attualità

Terni città evoluta: “Titolo di studio più elevato rispetto alla media nazionale”. Cresce il numero di studenti nel capoluogo

I dati contenuti nel Documento Unico di Programmazione forniscono una fotografia della popolazione residente secondo le ultime rilevazioni Istat

foto di repertorio

“A Terni, in linea con la regione, la popolazione mediamente ha un titolo di studio più elevato rispetto alla media nazionale”. È uno dei passaggi più significativi contenuti nel Documento Unico di Programmazione, nell’apposita sezione dedicata a territorio e popolazione. Come si evince al suo interno: “Il 40% circa di chi ha un titolo di studio detiene un diploma di scuola media superiore (media nazionale 35,6%) e il 17% un titolo universitario (15,4% la media nazionale)”.

Altro aspetto significativo riguarda il numero dei laureati: “Cresce rispetto al 2011 il computo e in genere di chi ha un titolo di studio più alto rispetto al diploma di scuola media superiore (oltre 17.500 dei quali 351 con dottorato di ricerca). Tra i laureati le donne sono un numero maggiore, rispetto agli uomini. Sono quasi 10mila le ternane con un titolo di studio universitario pari al 56% del totale”.

Occupazione in città

A fronte di un livello di scolarizzazione più elevato della media nazionale, permane il problema relativo all’occupazione. Una evidente problematica che spinge molti ragazzi, una volta terminati gli studi, a cercare fortuna altrove. I dati forniti dal Dup, naturalmente, sono relativi al pre emergenza sanitaria e gli effetti della pandemia possono essere constatati, purtroppo, anche a livello economico e sociale. “Gli occupati sono 42.835, mentre le persone in cerca di occupazione 7.118, cresciute rispetto al 2011 del 37%. Il tasso di disoccupazione si attesta a 10,5% sul trend del dato nazionale. Permane una differenza di genere a sfavore della componente femminile che rappresenta il 37% della quota di occupati. Sostanziale parità sussiste tra i due sessi tra le persone in cerca di occupazione. Il restante quasi 50% dei residenti totali è rappresentato da studenti, casalinghe, pensionati e persone in altra condizione”

Ed ancora: “Gli studenti sono oltre 7.500 in crescita rispetto al 2011. Infine malgrado aumenti la popolazione anziana, i percettori di pensione sono diminuiti, in linea con i dati regionali e nazionali, presumibilmente per effetto fisiologico dell’innalzamento dell’età pensionabile”. Il Dup è stato presentato nel corso della terza commissione consiliare, in data giovedì 15 aprile. Successivamente passerà all'esame del consiglio comunale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni città evoluta: “Titolo di studio più elevato rispetto alla media nazionale”. Cresce il numero di studenti nel capoluogo

TerniToday è in caricamento