rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Attualità

Terni, corteo in pieno Centro in difesa della sanità pubblica: "Basta tagli. Donatella Tesei dimettiti" GALLERIA FOTOGRAFICA

Oltre cento persone hanno preso parte alla manifestazione lungo Corso Tacito. Claudio Fiorelli, candidato sindaco M5s: "Bozza convenzione Regione-Università preoccupante. Campo largo? Ancora presto, ma auspico una convergenza"

Oltre cento persone hanno preso parte oggi pomeriggio a Terni alla manifestazione contro “lo smantellamento della sanità pubblica in Umbria”. Partito dalla Stazione, il corteo ha percorso le vie del Centro, passando per viale della Stazione e Corso Tacito fino a raggiungere palazzo Spada, con diversi interventi e striscioni di protesta contro i tagli alla sanità pubblica. "La salute è un diritto, basta tagli, difendiamo la sanità pubblica". E ancora: "No allo smantellamento della sanità pubblica in Umbria. Tesei dimettiti". Sono solo alcuni degli striscioni srotolati lungo il corteo. Presenti alla manifestazione Claudio Fiorelli, candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative del Movimento 5 Stelle, Lorenzo Carletti (segretario Rifondazione Comunista di Terni), i consiglieri comunali Alessandro Gentiletti (Senso Civico) e Federico Pasculli (M5s) ed esponenti di Alleanza Verdi-Sinistra, Articolo 1 e Cobas Terni. In testa al corteo, megafono in mano, Pierluigi Rainone, responsabile Circolo Vas Terni: "Siamo qui per invertire il processo di smantellamento della sanità pubblica. Basta con i tagli e l'austerità". 

Lorenzo Carletti, segretario di Rifondazione Comunista Terni che domani presenterà la lista delle prossime elezioni amministrative, ha sottolineato: "Bisogna smascherare le bugie visto che è in atto un'operazione concreta di smantellamento del sistema sanitario pubblico. In città è impossibile, da tempo, accedere alle cure primarie. Il riequilibrio territoriale non si gioca con i posti letto di una clinica privata". 

A prendere parte alla manifestazione anche Claudio Fiorelli, candidato sindaco del M5s: "Le persone sono qui oggi in segno di protesta. Noi abbiamo contrastato sin dall'inizio la bozza, che bozza non è ma un accordo, sulla convezione Regione-Università che presenta molte insidie. Noi abbiamo battuto i pugni, l'amministrazione locale no. La convenzione rischia di far abbassare in maniera drastica la qualità dell'ospedale di Terni. Bisogna iniziare a ragionare in un'ottica di compensazione, e non facendo scontrare un versante contro l'altro. Noi lotteremo per questo. 

E sulla possibilità del campo largo alle elezioni nel fronte del centrosinistra, Fiorelli conclude: "Ancora troppo presto per parlare, ma domani ascolteremo le parole di Kenny. È tutto un processo ancora in divenire. Aspettiamo ma auspico una convergenza per chiunque abbia voglia di seguire i nostri stessi obiettivi

Corteo sanità pubblica Terni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, corteo in pieno Centro in difesa della sanità pubblica: "Basta tagli. Donatella Tesei dimettiti" GALLERIA FOTOGRAFICA

TerniToday è in caricamento