rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità

Culle vuote, ecco la situazione a Terni: 363 nuovi nati nei primi sette mesi del 2019

I dati continuano a disegnare una emergenza demografica, ancora in calo il numero di parti e di bambini: i numeri del Santa Maria

Più di trecento kit rossoverdi consegnati ai nuovi nati a Terni dal 6 giugno ad oggi: un numero importante che, almeno sulla carta, sembrava avere dato una “sferzata” alla crisi demografica che ormai da qualche anno attanaglia Terni e il resto dell’Italia.

La situazione reale – almeno stando ai dati disponibili dal primo gennaio al 31 luglio 2019 – continua invece fare i conti con una situazione tutt’altro che positiva.

Il Servizio statistico di Palazzo Spada dice che “nel corso del 2018 si è registrato un nuovo record negativo di nascite: sono stati 687 i nati nell’anno (di cui più del 20% straniero), 20 in meno dell’anno precedente”. La popolazione residente ammonta a 110.749 unità, 440 in meno rispetto ad un anno fa. Nel 2018 si è registrato un nuovo record negativo delle nascite, mentre il numero dei decessi è diminuito. Cresce la componente straniera della popolazione che rappresenta il 12,2% del totale. L’età media dei ternani, costantemente in crescita è di 47 anni e mezzo.   

Andando a verificare i dati in possesso dell’azienda ospedaliera del Santa Maria di Terni, emerge che nel 2018 i parti sono stati 1.113 e i bambini nati 1.161 (non tutti ternani). Nei primi 7 mesi del 2019, i parti sono stati 620 e i bambini nati 629. Già queste cifre evidenziano la flessione media sia di parti che di neonati (da circa 96 al mese ad 89).

I neonati residenti a Terni sono 363 nei primi 7 mesi dell’anno. Facendo una media, significa che dai circa 57 bimbi ternani nati ogni mese nel 2018 si è passati – almeno da gennaio a luglio – a 51.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Culle vuote, ecco la situazione a Terni: 363 nuovi nati nei primi sette mesi del 2019

TerniToday è in caricamento