rotate-mobile
Attualità

Istituto Briccialdi, i sindacati: situazione difficilissima. Proclamato lo stato di agitazione

Stipendi e tredicesima ancora arretrati, chiesto un incontro urgente alla presidente Pellegrini

Continua il momento difficile all’istituto Briccialdi. I sindacati riuniti in assemblea (presenti Marco Ciamacco, Afam Uil Rua, Anna Fedeli, Flc Cgil) hanno proclamato lo stato di agitazione del personale.

Una situazione che le sigle di categoria definiscono difficilissima: “A oggi – specificano - tre mensilità e metà della tredicesima mancano a ciascuno dei lavoratori del Briccialdi. Nessuna garanzia viene offerta sull’iter della legge di statizzazione”. I sindacati hanno chiesto un incontro alla presidente dell’istituto, Letizia Pellegrini, per il 25 febbraio.

Intervista alla presidente del Briccialdi, Letizia Pellegrini

Pellegrini aveva spiegato che “gli stipendi che mancano all’appello sono quelli di gennaio e febbraio 2018 e gennaio 2019, i soldi relativi sarebbero stati stanziati ma non sono stati di fatto accreditati. Sono ritardi dovuti a problemi esclusivamente di cassa, i soldi relativi sarebbero stati stanziati ma non sono stati di fatto accreditati. Per quanto riguarda quelli del 2018 si tratta di ritardi nell’accreditamento da parte del ministero, mentre quest’anno sono mancati contemporaneamente l’accredito da pare del Comune di Terni, quello della Regione Umbria e un ulteriore ritardo nell’accredito ministeriale delle risorse residue del 2018”.

Nei giorni scorsi il ministro Tria ha firmato due decreti che stanziano le risorse e stabiliscono i criteri per la statizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto Briccialdi, i sindacati: situazione difficilissima. Proclamato lo stato di agitazione

TerniToday è in caricamento