rotate-mobile
Attualità

Dati Istat: nei primi cinque mesi dell’anno Terni perde 425 residenti

Il commento del gruppo del Partito democratico: “Presenteremo un atto di indirizzo per affrontare questa delicata situazione”

Sui 2297 residenti in meno in Umbria nei primi cinque mesi del 2022, Terni ne perde 425. Lo certifica l’Istat nelle le tavole della prima parte riferendosi ai dati anagrafici dei 92 comuni della regione. A Terni il saldo naturale (differenza tra nati e morti) è negativo per 416 persone, mentre quello migratorio (cancellazioni e iscrizioni all’anagrafe) è anch’esso negativo per 9 persone. Entrambi i tassi negativi si registrano, con numeri assoluti più bassi solo in un altro comune umbro. 

“Non c’è un singolo mese a Terni - spiegano i consiglieri comunali del Partito democratico Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis in una nota - in cui i nati sono stati più dei morti. Questi dati per certi versi drammatici devono far riflettere e molto, sia per le rilevazioni in sé, sia per essere i peggiori in Umbria in termini assoluti. Occorre una strategia amministrativa tese a capire le ragioni e a fronteggiare il calo demografico e ad invertire la rotta. Depositeremo nei prossimi giorni un atto in merito con le nostre proposte per affrontare questa delicata situazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dati Istat: nei primi cinque mesi dell’anno Terni perde 425 residenti

TerniToday è in caricamento