Emergenza sangue, un vaccino contro il calo delle donazioni

Farmaco antinfluenzale gratis per i donatori periodi. Saccetti: opportunità importante, specie in un territorio come il nostro

I volontari dell'associazione "I pagliacci" donano il sangue

Da tre anni, Terni e il Ternano registrano un calo costante delle donazioni di sangue. Fenomeno che si incrementa in modo particolare nel periodo invernale. Quando ciò si verifica i picco influenzale e molti donatori sono costretti a letto.

Per questo, il direttore del servizio immuno-trasfusionale (Sit) di Terni, Augusto Scaccetti, invita i donatori di sangue a vaccinarsi contro l’influenza stagionale. Approfittando del fatto che da quest’anno la vaccinazione antinfluenzale è non solo raccomandata ma anche offerta gratuitamente alle persone sopra i 65 anni e ai soggetti a rischio per patologia o professione ed ai donatori di sangue periodici e associati, con l’obiettivo di garantire, per quanto possibile, la continuità delle donazioni e una certa stabilità della disponibilità delle scorte anche nei mesi invernali più critici.

La novità è introdotta dalla circolare “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2018-2019”, elaborata dalla direzione generale della prevenzione sanitaria del ministero della Salute.

“I mesi invernali in cui si verifica il picco influenzale - sottolinea il dottor Scaccetti -  sono sempre caratterizzati da un forte calo delle donazioni e delle scorte degli emocomponenti che richiede l’attivazione del sistema di compensazione a livello regionale e nazionale. Un problema importante soprattutto in territori come il nostro, che da tre anni continua a registrare un calo stabile delle donazioni. La vaccinazione offerta gratuitamente ai donatori periodici è una importante opportunità: consentendoci di poter contare su un numero maggiore di donatori che saranno nelle condizioni di donare con continuità, contribuirà infatti ad arginare la carenza di sangue di ogni inizio anno”. Nel 2017 hanno donato il sangue 26.300 donatori in Umbria, di cui 10.100 relativi al Sit di Terni e alla Usl Umbria 2.

Per informazioni più precise sulla modalità di somministrazione del vaccino influenzale i donatori potranno rivolgersi al proprio medico di famiglia, alla propria Asl di riferimento o all’AVIS.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

Torna su
TerniToday è in caricamento