Emergenza sangue, a Terni è a rischio l’attività delle sale operatorie. L’appello: tornate a donare

Donatori sotto le dieci unità al giorno, scorte in zona allarme: per lo “zero negativo” in tutta l’Umbria è possibile garantire solo i casi di urgenza

“È di nuovo emergenza sangue. È necessario che si torni a donare perché è a rischio l’attività delle sale operatorie”. Patrizio Fratini, presidente di Avis Terni, non nasconde la preoccupazione per la situazione che si è creata dopo un periodo che aveva fatto ben sperare.

Dopo l’emergenza Covid19 in tanti sono andati a donare il sangue ma ora si è tornati di nuovo a livelli preoccupanti in fatto di scorte. Il Sit dell’ospedale di Terni ha fatto sapere che le scorte dell’emoteca sono scarsissime, in zona allarme. Che nel centro di raccolta di Terni i donatori in media sono sotto le dieci unità al giorno e che c’è bisogno urgente di donatori di tutti i gruppi.

Per alcuni, come lo zero negativo, è possibile garantire solo i casi di urgenza e in Umbria non c’è disponibilità di questo gruppo sanguigno.

L’appello di Patrizio Fratini è ai soci Avis e ai nuovi donatori: “Il sangue è vita. Prenotate la donazione ordinaria - dice -  e quella straordinaria di domenica 17 maggio”. Per prenotarsi è possibile telefonare, la mattina, al numero 0744.205679.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento