rotate-mobile
Attualità

Un “presidio silenzioso” per ricordare la morte di Aleksej Navalny: l’appuntamento a Terni

La manifestazione è in programma domani pomeriggio, 20 febbraio, in piazza della Repubblica. Gli organizzatori: “Chi vuole potrà portare una candela e un breve testo da leggere in tema di diritti, libertà e democrazia”

“Un presidio silenzioso” per ricordare la morte di Aleksej Navalny, leader dell’opposizione russa morto in una colonia penale.

Ad organizzare la manifestazione, in programma domani – 20 febbraio – alle 18.30 in piazza della Repubblica, di fronte alla biblioteca comunale di Terni, sono Alessandro Gentiletti, avvocato, Andrea Giuli, scrittore e giornalista, e Michele Pennoini, segretario provinciale di Azione.

“La morte di Aleksej Navalny in una colonia penale artica della Federazione Russa – scrivono gli organizzatori in una nota - ci riporta agli orrori dei gulag staliniani. Navalny non era un eroe, non era un uomo perfetto, ma era un uomo coraggioso che ha inteso sacrificare sé stesso, a viso aperto, per difendere i più elementari diritti individuali in una terra che li nega e li affligge. Per affermare il diritto alla libertà di pensiero, di azione e di parola per ogni persona. Per quanto controverse e diverse, tutte le idee e le opinioni debbono poter avere libera circolazione. Questa è la differenza tra una società libera e aperta e una società sotto il giogo di dittatori, autocrati e teocrati. La libertà non è acquisita per sempre. In questo senso la vicenda di Navalny è esemplare. E rappresenta un monito. Ogni sincero democratico non può rimanere indifferente di fronte alla vicenda della fine di Aleksej Navalny”.

L’iniziativa di domani è “aperta a chiunque abbia a cuore le sorti delle società libere: cittadini, associazioni, partiti. Chi vuole – si chiude la nota - potrà portare una candela e un breve testo da leggere in tema di diritti, libertà e democrazia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un “presidio silenzioso” per ricordare la morte di Aleksej Navalny: l’appuntamento a Terni

TerniToday è in caricamento