Cascata delle Marmore, Sandro Corsi annuncia: "Non parteciperemo al bando"

Una lunga e partecipata conferenza stampa all'interno della quale sono stati sviluppati tutti i temi riguardanti i quaranta dipendenti ed il futuro della cascata

Una lunga conferenza stampa per illustrare tutti gli ultimi aggiornamenti riguardanti il delicato tema della gestione della Cascata delle Marmore. Come riferito dal Comune di Terni, si è chiusa stamattina la gara su Mepa per l’aggiudicazione di servizi temporanei di sei mesi per la gestione dell’area. Questa procedura, secondo quanto riferiscono gli uffici tecnici comunali, si è resa necessaria per garantire lo svolgimento della gara europea che sarà pubblicata a breve per una gestione di altri sei mesi con opzione per ulteriori sei. Alla chiusura risulta aver partecipato un solo soggetto, la cui offerta sarà esaminata il prossimo 9 gennaio, all'apertura della busta e successivamente valutata da una Commissione appositamente costituita.

A tal proposito, a nome dell'Ati, Sandro Corsi ha dichiarato: "Siamo qui come lavoratori e dirigenti della Marmore Falls. Abbiamo deciso, dopo diversi giorni di studio, di non partecipare alla gara della cascata. Un qualcosa di importante per noi ed il nostro territorio che riguarda professionalità, lavoro, giovani. Un capitolato ambiguo, scorretto, ed in alcuni punti con profili di illegittimità. Potevamo percorrere due strade: ricorrere al Tar oppure non aderire. Ci auguriamo che il soggetto che si è aggiudicato questa procedura di evidenza pubblica secondo la clausola sociale provveda a riassorbire i dipendenti. La gara è scaduta stamane alle ore 9. Non si può mettere a rischio il lavoro delle famiglie. La cascata delle Marmore è una risorsa fondamentale per l'erario e le risorse. Siamo preoccupati, stanchi e disponibili nel metterci a disposizione dell'eventuale vincitore il quale, ad oggi non sappiamo chi sia. A me non interessano questioni di natura politica - specifica Corsi - dato che c'era da gestire la procedura secondo i canoni della correttezza e sotto il profilo del diritto amministrativo. Alle 9.01 ho chiamato il primo cittadino Leonardo Latini per chiedere un incontro urgente. Mi ha assicurato che i dipendenti non perderanno un'ora, un giorno del loro lavoro. Me lo auguro con tutto il cuore anche se nutro qualche dubbio".

DSC03435-2

Alla conferenza stampa è intervenuta Barbara Moriconi, rappresentante dei quaranta dipendenti della 165m Marmore Falls: "In questi dodici anni abbiamo lavorato in modo tale che la cascata diventasse un'eccellenza. All'interno di tutto ciò ci sono accoglienza, visite guidate, professionalità di ogni genere. Le notizie sono arrivate mediante facebook ed i giornali. Voglio sottolineare un dato piuttosto emblematico. Il primo gennaio si sono registrate 1.384 presenze. Siamo consapevoli che gennaio rappresenta un mese molto importante in ottica turismo. Abbiamo incontrato il sindaco ed il vicesindaco. All'interno della riunione ci è stato spiegato che un primo bando era pronto a novembre poi sono sorte delle problematiche. Ecco perchè è stato poi riformulato il mese scorso. Tuttavia gli uffici tecnici erano a conoscenza da cinque anni della scadenza dello stesso. Questa gara è ristretta fino a sei mesi. Al termine si sarà comunque in piena stagione turistica, tra luglio ed agosto. Terni e la cascata si ritroveranno a cambiare nuovamente gestione con una grande confusione, buttando all'aria tutto il lavoro della 165 Marmore Falls di questi dodici anni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stefano Notari presidente della 165m Marmore Falls ha evidenziato dei numeri piuttosto importanti :"In questi undici anni hanno visitato la cascata delle Marmore 4.186.041 turisti. L'utile per l'amministrazione, dal 2014 al 2017, è stato di 3.898.298,71 euro, Ad oggi le strutture ricettive collegate sono novantasette. Infine quattordici le associazioni collegate a livello nazionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento