Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

“Prisciano-Ast, gli anziani devono ricorrere agli psicofarmaci per dormire: ho informato Asl e vigili del fuoco”

Il sindaco di Terni, Stefano Bandecchi, dopo l’incontro con il comitato dei residenti: “Le vibrazioni derivanti dalla frantumazione delle scorie nere che comportano seri problemi agli edifici durante il corso della giornata. Informerò del problema anche il prefetto”

Non “comportamenti criminosi” ma “una serie di problematiche connesse alla salute pubblica intesa anche come comfort abitativo”. Ad accendere un faro sulle condizioni che vivono i residenti del quartiere di Prisciano a Terni, soprattutto in relazione alla “convivenza” con Ast-Arvedi è stato l’incontro che ieri mattina ha visto faccia a faccia il sindaco Stefano Bandecchi e il comitato dei residenti della zona.

Incontro che ha fatto seguito al vertice che il primo cittadino ha avuto con le organizzazioni sindacali dell’Acciaieria (Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Ugl) alla luce delle dichiarazioni della dimissionaria assessore all’ambiente di Palazzo Spada, Mascia Aniello, che “aveva parlato di gravi inadempienze di Ast chiamando a testimonianza i lavoratori e le loro organizzazione di rappresentanza e di difesa”.

“Come già detto – è stato il commento di Bandecchi a margine dell’incontro - mi batterò sempre e comunque per la salute dei miei concittadini e se dovessi essere a conoscenza del non rispetto della della legge, in questo caso la normativa sull’ambiente e sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, sarei io il primo ad andare in procura. La salute dei cittadini ternani e dei lavoratori non può essere fonte di alcun baratto: nella nostra Europa non può esserci sviluppo a discapito della vita umana e lo sviluppo sostenibile rappresenta un patrimonio da sostenere in ogni sede e in ogni azione sia essa amministrativa, politica che imprenditoriale”.

Come detto, Palazzo Spada è stato però teatro di un secondo incontro, tra l’amministrazione comunale – oltre al sindaco, era presente anche il vice Riccardo Corridore – e il comitato di Prisciano. “Sono stato reso edotto di una serie di problematiche connesse alla salute pubblica intesa anche come comfort abitativo. Le responsabili del comitato – aggiunge il sindaco - mi hanno rappresentato di vibrazioni derivanti dalla frantumazione delle scorie nere che comportano seri problemi agli edifici durante il corso della giornata con la popolazione, specie quella anziana, che deve ricorrere a psicofarmaci per poter dormire a causa del suddetto fenomeno. Di ciò ho prontamente informato il comandante dei vigili del fuoco perché proceda alle adeguate verifiche statiche in presenza dei tecnici comunali, nonché il direttore generale dell’Ausl 2 per una indagine epidemiologica. Seguiranno mie comunicazioni formali investendo del problema anche il prefetto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Prisciano-Ast, gli anziani devono ricorrere agli psicofarmaci per dormire: ho informato Asl e vigili del fuoco”
TerniToday è in caricamento