rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità

“Aumenti impressionanti di alcuni prodotti”, a Terni il carrello della spesa è sempre più caro

L’inflazione in città torna a salire, prezzi alimentari su del 12 per cento in anno. Crescono pane, acqua, latte e latticini. “Su frutta e verdura rincari contenuti, ma perché le famiglie hanno smesso di comprarli”

Il carrello della spesa a Terni, anche più che nel resto d’Italia, è sempre più caro. I servizi statistici di Palazzo Spada hanno rilevato nel mese di aprile un nuovo balzo dell’inflazione che è tornata a salire dopo una breve fase di rallentamento: la variazione su base annua si attesta a +8,5% (era 8% il mese scorso), superiore al dato nazionale (+8,3%).

Questo si riflette, ovviamente, sui prezzi degli alimentari, per i quali “non si arresta la crescita (+12,3% su base annua) iniziata ormai da oltre un anno”. In particolare, nel mese di aprile “si segnalano aumenti nel latte e latticini, nel pesce soprattutto quello surgelato, ma anche nei prodotti lavorati di pasticceria e nel pane confezionato”. Secondo il servizio statistico del Comune di Terni sono “impressionanti gli aumenti su base annua di alcuni prodotti”: per lo zucchero il rincaro è stato +58%, riso +42%, pane confezionato +27%, per latte e latticini aumenti che variano tra il 20 e il 30% rispetto ad aprile 2022.

Su frutta e verdura le rilevazioni parlano di “rincari più contenuti”, ma questo sarebbe “correlato anche al pesante calo di consumi che si è rilevato nelle abitudini di spesa delle famiglie”. Forti

aumenti anche per l’acqua minerale e per le bevande alcoliche in particolare la birra.

La concomitanza con la Pasqua, ad aprile ha innescato un incremento anche fino al 50 per cento dei biglietti aerei. “Aumenti anche nel costo delle autovetture in particolare quelle usate e a benzina, nei pezzi di ricambio e negli pneumatici”.

“Una delle priorità per la prossima amministrazione – commenta Francesco Filipponi, capogruppo uscente del Partito democratico in consiglio comunale - sarà quella di costituire una task force sul controllo del prezzo del carrello della spesa a Terni, che è aumentato anche più che nel resto d’Italia. Tutto ciò, purtroppo, si concentra in larga parte sui beni di prima necessità che subiscono aumenti anche in doppia cifra. Servono politiche mirate di aiuto concreto ai cittadini: da forza politica presente nel nuovo consiglio comunale incalzeremo affinché ci si possa adoperare per un contenimento dell'inflazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Aumenti impressionanti di alcuni prodotti”, a Terni il carrello della spesa è sempre più caro

TerniToday è in caricamento